Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Eliseo a cura di Ermes Dovico

Dottrina della fede


Chiesa e trans: l’ossessione dell’inclusione
MAGISTERO VS PROPAGANDA

Chiesa e trans: l’ossessione dell’inclusione

La pressione globale sui “nuovi diritti” si avverte anche Oltretevere. Ma è proprio la Sede di Pietro che dovrebbe trasmettere la luce della Verità.


Tucho libera tutti: l'unico peccato è il clericalismo
l'influencer della dottrina

Tucho libera tutti: l'unico peccato è il clericalismo

Dalla cattedra di Facebook il card. Fernández impartisce l'assoluzione linguistica: anche la parola "peccatore" è considerata offensiva. E guai a chi ricorda che la porta evangelica è "stretta".


"Tucho", Prefetto della Dottrina della Fede Fluida
vero ma non troppo

"Tucho", Prefetto della Dottrina della Fede Fluida

Nell'ampia intervista di padre Spadaro a mons. Fernández traspare una concezione evolutiva e storicistica del pensiero. Difficile che possa poi pronunciarsi su questioni di verità e di errore, di bene e di male.


La questione abusi solleva ombre sulla nomina di "Tucho"
scandali

La questione abusi solleva ombre sulla nomina di "Tucho"

La "dispensa" papale che esonera Fernández dal fronte della tutela dei minori non placa le perplessità. Nulla a suo carico, ma se lui stesso ammette di non aver agito al meglio, ci si chiede perché metterlo a capo del dicastero.


Fernández e le virtù "a modo mio" che perdono di vista Dio
il custode della fede

Fernández e le virtù "a modo mio" che perdono di vista Dio

Il neo-prefetto della Dottrina della Fede cita san Tommaso e Familiaris Consortio per sostenere un malinteso primato della carità. In realtà, fraintende l'uno e l'altra minando le fondamenta dell'agire morale.
- LA QUESTIONE ABUSI SOLLEVA OMBRE SULLA NOMINA DI "TUCHO", di Nico Spuntoni


Il neo-custode della fede che contraddice la Humanae Vitae
dottrina di... paglia

Il neo-custode della fede che contraddice la Humanae Vitae

Nel 2006 mons. Victor M. Fernández pubblicava una critica a mons. Livio Melina: troppo inflessibile e poco caritatevole la sua posizione sulla contraccezione. Che però era quella del magistero della Chiesa.


Baci, abusi e indagini: quante ombre su Fernández
Il neo prefetto del DDF

Baci, abusi e indagini: quante ombre su Fernández

Oltreoceano rilanciano voci di coperture da parte del neo prefetto Fernández di un prete arrestato per abusi, poi suicida; e lui stesso conferma che fu messo sotto indagine per errrori dottrinali, ma fu salvato da Bergoglio. La fragilità di una nomina attaccabile o ricattabile. 


Fernández toglie ogni dubbio: la rivoluzione è alle porte
intervista programmatica

Fernández toglie ogni dubbio: la rivoluzione è alle porte

Il neo-prefetto della Dottrina della fede mescola rassicurazioni e anticipazioni del nuovo corso. Per ora l'unica sicurezza è che reinterpreterà la dottrina nel modo stesso in cui intende guidare il dicastero: «a modo mio».


"Tucho" all'ex Sant'Uffizio per sdoganare la "linea Paglia"
nomine "al bacio"

"Tucho" all'ex Sant'Uffizio per sdoganare la "linea Paglia"

È un rapporto simbiotico quello che lega il Papa al neo-prefetto del Dicastero per la Dottrina della Fede, l'uomo giusto al posto giusto per infrangere ogni certezza a colpi di discernimento. 


Da Zanchetta a Fernandez: tutti gli uomini di Bergoglio
x-factor argentino

Da Zanchetta a Fernandez: tutti gli uomini di Bergoglio

Il fedelissimo e ghostwriter del Papa approda al Sant'Uffizio: è l'ultima di una lunga serie di nomine in cui appare determinante l'amicizia personale con il pontefice o l'appartenenza ai Gesuiti.


Vescovo eretico candidato a custode dell'ortodossia, rischio scisma
CASO WILMER

Vescovo eretico candidato a custode dell'ortodossia, rischio scisma

Monsignor Heiner Wilmer è dato per favorito alla guida del Dicastero per la Dottrina della Fede, malgrado il chiaro dissenso con il magistero. Il solo fatto che il Papa abbia pensato a lui sembra un assist al controverso Synodaler Weg, di cui Wilmer è esponente di punta, per ciò che pensa e ciò che fa.
- C'È ANCHE RADCLIFFE, SINODALITÀ SEMPRE PIÙ ARCOBALENO, di Riccardo Cascioli
- ROMA PARLA, MA IL SINODO TEDESCO NON SI FERMA, di Luisella Scrosati