• TEXAS/IL VERDETTO

    Vittoria per Tinslee, il supporto vitale rimane

    Con un voto di 2-1, la Seconda Corte d’Appello di Fort Worth ha proibito al Cook Children’s Medical Center di staccare la ventilazione alla piccola Tinslee Lewis contro la volontà della famiglia. I giudici rimandano il caso al tribunale di grado inferiore. E intanto il Partito Repubblicano del Texas si impegna ad abrogare la letale “Regola dei 10 giorni”.

    • STATI UNITI

    Doveva morire otto mesi fa. Ma la piccola Tinslee lotta ancora

    Ha ormai più di 17 mesi Tinslee Lewis, la bambina affetta da una rara patologia a cui i medici del Cook Children’s, in Texas, avrebbero voluto staccare il ventilatore il 10 novembre scorso. La famiglia prosegue la battaglia legale per tenerla in vita. E un dottore esterno, con il sostegno di un collega, contesta la diagnosi dell’ospedale e si offre di farle la tracheostomia. Fin qui negata.

    • TEXAS

    Tinslee, il giudice dà il via libera all’eutanasia

    Il 2 gennaio la decisione del giudice Sandee Marion, che autorizza di fatto l'ospedale a staccare il supporto vitale a Tinslee Lewis, bambina di 11 mesi con una rara patologia cardiaca. La famiglia farà ricorso. E ottiene il sostegno del governatore Abbott e del ministro Paxton, che si dicono pronti ad arrivare fino alla Corte Suprema.

    • SI CERCA UN OSPEDALE

    10 giorni per Tinslee, un'altra bambina a rischio eutanasia

    Si chiama Tinslee Lewis, 9 mesi, ed è affetta dall’anomalia di Ebstein, rara patologia cardiaca. L’ospedale che l’ha in cura, in Texas, vuole staccarle il supporto vitale e una ventina di altre strutture si sarebbero rifiutate di accoglierla. Ma la sua famiglia non si arrende e ha ottenuto dal giudice tempo fino al 23 novembre, ritardando gli effetti mortiferi della «regola dei 10 giorni». AGGIORNAMENTO: Nuova proroga, a Tinslee e alla sua famiglia è stato concesso tempo fino al 10 dicembre.