Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Maria Madre della Chiesa a cura di Ermes Dovico
vuole la censura

Schiaffo di Bassetti ai danneggiati: "Si scusi"

Bassetti vuole la censura per Invisibili, il docufilm che racconta il dramma dei danneggiati da vaccino. La replica del Comitato Ascoltami: "Siamo esseri umani che soffrono, ora si scusi pubblicamente". 

Attualità 19_12_2022

Invisibili di nome e di fatto. Al professor Matteo Bassetti non va giù che in uno spazio del comune di Genova si trasmetta il documentario Invisibili che racconta il dramma dei danneggiati da vaccino.  

“Trovo gravissimo – ha detto – che il 22 dicembre possa essere rappresentato nella sede del Comune di Genova un documentario censurato da YouTube, che prende in considerazione fake news. Mi auguro che si eviterà di proiettarlo e che il sindaco Marco Bucci, che è una persona da sempre dalla parte della scienza, voglia intervenire su questa situazione ed evitare che tutto questo avvenga”.  

Le fake news sarebbero le decine di testimonianze prese in considerazione dal docufilm – alcune delle quali raccontate anche alla Bussola – di persone che hanno avuto la vita sconvolta da dolori spesso inspiegabili e non curati subito dopo il vaccino. 

Il Comitato Ascoltami, che raccoglie il maggior numero di italiani colpiti da effetti avversi post vaccino e che sta facendo una lotta per farsi ascoltare ha sentito il bisogno di scrivere a Bassetti. Si tratta di persone in carne ed ossa che semplicemente chiedono ascolto, pertanto non si comprende dove sia la fake news. Semmai, è nel non voler ammettere che la vaccinazione anti-Covid ha portato con sé un numero altissimo di danneggiati.  

Ecco che cosa scrive Ascoltami a Bassetti, il quale, invece di pretendere una censura, potrebbe mettersi ad ascoltare proprio le loro storie e magari rimboccarsi le maniche per curarle. In fondo non chiedono altro che essere curati e l’ascolto è la prima fase della cura. Peccato che Bassetti, celebrato professore e osannato in tv, non sapendo ascoltare, sembra fare fatica a curare soprattutto chi costringe a guardare una realtà che non si vuole mettere in conto o che non si vuol vedere.  

Lettera aperta “Cura e non censura” del Comitato Ascoltami al dr. Matteo Bassetti 

Egregio dr. Matteo Bassetti, 

Lieti del suo interessamento per la proiezione di Invisibili cogliamo l’opportunità di chiederLe alcune delucidazioni. 

Siamo il Comitato Ascoltami, il primo e unico Comitato in Italia che raccoglie migliaia di persone che soffrono per le reazioni avverse a seguito della Vaccinazione Anti Covid-19. Non siamo delle fake news. Siamo uomini, donne, ragazze e ragazzi che hanno CREDUTO in quanto proposto da Lei e dalle istituzioni. Siamo TUTTI vaccinati e TUTTI danneggiati. Circa 120000 persone OGNI settimana interagiscono con Noi attraverso i nostri canali, molti perché inascoltati e non curati. 

Volevamo chiederLe quindi delucidazioni sulle sue dichiarazioni, a nostro parere gravissime. 

Partiamo da quanto da lei dichiarato: 

 “Trovo gravissimo che possa essere rappresentato nella sede del Comune di Genova un documentario censurato da YouTube, che prende in considerazione fake news.(…)” 

Le chiediamo da illustre e stimatissimo scienziato, cosa intende Lei per fake news? Ci sono peer reviewers dietro YouTube? A noi risulta da fonti facilmente verificabili che YouTube afferisca a gruppi di azionisti che sono gli stessi principali di Pfizer e Moderna (Vanguard, Blackrock, ecc.). Illustrissimo dr. Bassetti, lei conosce il conflitto d’interessi? Illustrissimo dr. Bassetti, Lei condanna il conflitto d’interessi ed è a favore di una Scienza super partes? Lei davvero dà credibilità alla censura di YouTube che ha gli stessi azionisti delle case farmaceutiche? È questa la Sua Scienza che così tanto spesso invoca e si eleva a suo paladino?  

Inoltre, le chiediamo spiegazioni in merito al proseguio delle sue dichiarazioni: “Spero e mi auguro che un’istituzione così prestigiosa come il Comune di Genova non dia la possibilità di trasmetterlo – dice Bassetti – se fosse trasmesso, sarebbe un pessimo messaggio per la città di Genova. Credo che questo tipo di documentari e questa modalità di guardare ai vaccini sia profondamente sbagliata. Non è questione di fare censura, ma la scienza è una cosa, la propaganda e la politica sono un’altra". 

La propaganda e la politica è ciò che cerca di fare Lei censurando, emerito dr. Bassetti. Un documentario riporta TESTIMONIANZE. Siamo ESSERI UMANI che SOFFRONO a seguito e a causa della VACCINAZIONE anti Covid-19. Cosa c’è di PROPAGANDA nel fare emergere la VERITÀ di persone che hanno creduto nella vaccinazione e hanno la vita rovinata? Cosa intende per scelte politiche? È stata una scelta politica avere a 27 anni una miocardite debilitante post vaccino? Oppure una neuropatia che impedisce la semplice deambulazione? 

Nessuna propaganda politica. Noi del Comitato siamo TUTTI vaccinati e gravemente DANNEGGIATI. 

Certi che arriveranno delle sue spiegazioni in merito alle nostre riflessioni. Saremo lieti di accettare le sue scuse PUBBLICHE per queste sviste, un po’ macroscopiche, ma capiamo i suoi tanti impegni. 

A proposito dei suoi innumerevoli impegni, Le chiediamo se può dedicare il suo tempo a Noi, a studiarci e curarci. Siamo migliaia di cittadini che hanno creduto proprio in Lei e nella vaccinazione, se il Suo reparto ci accogliesse noi saremmo lieti di avere dei medici che SENZA pregiudizi cercheranno una CURA al danno inflitto dalla vaccinazione.  

Ci permettiamo di suggerirLe di fare più ricerca e cercare delle cure per Noi danneggiati, da medico il Suo compito dovrebbe essere CURARE, non CENSURARE la sofferenza, negarla, banalizzarla, ridicolizzarla.  

Attendiamo fiduciosi Le porte aperte del Suo reparto per trovare CURE efficaci e ridarci una vita dignitosa. Certi che da medico non si girerà dall’altra parte, saremo Lieti di incontrarla in una delle tantissime sale in Italia dove stiamo proiettando Invisibili. Lei è sempre il benvenuto, siamo davvero in molti a volerle fare delle domande. 

Sperando di averLa presto tra noi, insieme alle sue scuse verso le migliaia di cittadini INVISIBILI che stanno soffrendo da mesi (molti da più di un anno). 

I nostri più cari saluti, 

Comitato Ascoltami