Dopo l'ok della Camera, la legge "contro l'Omofobia" firmata Scalfarotto sta approdando al Senato. È tempo di ripercorrere le tappe di una nuova norma che non serve a rendere più sicura la vita delle persone omosessuali  di quanto non la sia ora. Ma, in compenso, impedirà di esprimere liberamente il proprio pensiero sull'omosessualità, imponendo un unico punto di vista sulla questione (quello secondo cui gay si nasce) ed equiparando ogni critica morale al razzismo.