• ISLAM

    Un abbraccio spiega il radicalismo del Qatar

    L'abbraccio pubblico tra l'emiro del Qatar Tamim bin Hamad al-Thani e il predicatore islamista Yusuf al-Qaradawi, leader mondiale dei Fratelli musulmani toglie ogni dubbio circa azioni e obiettivi del Qatar in Europa. Ed è uno scandalo che la Comunità internazionale chiuda un occhio su attività che ci potranno costare molto sangue.

    • CONTINENTE NERO

    Burundi offeso da dieci asini regalati da Parigi

    Il governo del Burundi offeso per il dono di 10 asini, da parte della Francia, a un'Ong che opera in loco. Dietro l'incidente diplomatico si celano ovviamente altre ragioni: i rapporti tra la Francia e il presidente (di etnia tutsi) del nemico Rwanda. Se 10 asini vengono rifiutati sdegnosamente, i miliardi europei, però, sono sempre ben accetti.

    • COMUNISMO

    Corea del Nord, disgelo sì. Ma non per i suoi cittadini

    Carcere duro, torture, aborti forzati. Sono dettagli raccapriccianti quelli che emergono dai racconti dei defezionisti della Corea del Nord, raccolti in un nuovo rapporto sudcoreano. E scene di misere condizioni della vita quotidiana. Sotto Kim Jong-un le cose sono peggiorate. Il disgelo riguarda i rapporti con gli Usa. Non i comuni cittadini.

    • JIHAD

    L'altra metà dell'Isis, le cellule di donne-terroriste

    Tre cittadine britanniche avevano costituito una cellula terrorista dello Stato Islamico e preparavano un attentato al British Museum di Londra. Sono state scoperte e arrestate prima che potessero fare una strage di turisti. L'Isis ha sempre riservato molto spazio alle donne jihadiste, come quelle della brigata Al Khansa, in Siria.

    • NICARAGUA

    La repressione di Daniel Ortega, icona sanguinaria

    Nicaragua: i morti nella repressione sono ormai più di cento. Le manifestazioni, iniziate a seguito di un'impopolare riforma previdenziale (subito ritirata) sono continuate e si sono ingigantite da aprile ad oggi, contro il presidente Daniel Ortega. Al terzo mandato consecutivo è già stato protagonista, negli anni 80, di una storia di violenta dittatura rossa.

    • GUERRA INFINITA

    Siria, negoziati difficili per ricomporre il paese

    Assad ha il controllo del 60% della Siria. Restano fuori dal suo raggio d'azione sia il Sud che il Nordest del paese. In entrambi i settori sono presenti numerosi consiglieri americani che impediscono l'azione di forza. E nel Sud anche gli israeliani chiedono come condizione, prima di tutto, il ritiro delle forze iraniane che appoggiano Assad.

    • ISLAM

    L'Europa non combatte il terrorismo e libera i jihadisti

    L’Europa arranca  nella lotta al terrorismo islamico. Tornano in libertà i radicali islamici, condannati a pene leggere in Francia. Era tornato libero il belga convertito e "radicalizzato" che ha commesso la strage di Liegi, in Belgio. E Parigi non vuol più cooperare con Londra sull'anti-terrorismo. Per punirla della Brexit. Imbarazzante.

    • JIHAD

    Piovono razzi su Israele. Gaza verso una nuova guerra

    Il più grande lancio di razzi dal 2014 si è abbattuto su Israele negli ultimi due giorni. Fra il 29 maggio sera e ieri, si sono contati oltre 130 lanci di ordigni e colpi di mortaio da Gaza contro le cittadine e i terreni agricoli israeliani al confine con la “Striscia”. Ci sono tutte le condizioni politiche e militari per un nuovo conflitto.

    • LO SCANDALO

    Umanitarismo criminale. Ricatti e abusi di Ong e Onu

    Oltre quaranta organizzazioni umanitarie sono accusate di aver abusato delle loro posizioni mentre erano nei campi profughi dell’Africa occidentale. Abusi nel vero senso della parola: rapporti sessuali con bambini, minorenni e madri di famiglia in cambio di cibo, acqua e ogni sorta di aiuto. 

    • TRUMP E KIM

    Corea del Nord, la speranza di una distensione vera

    Kim Jong-un e Moon Jae-in si sono incontrati lo scorso 26 maggio. E’ il secondo incontro fra i due leader, fra il dittatore nordcoreano e il presidente sudcoreano. Può essere la premessa del vertice fra Usa e Corea del Nord. Quanto è reale la possibilità di un disgelo vero?

    • ERDOGAN

    Turchia, un'economia "ottomana" maschera della crisi

    Dall'inizio dell'anno la lira turca perde il 25% di valore rispetto al dollaro. Non proprio un'inezia. Soprattutto per chi, come Erdogan, ha sempre sbandierato la crescita economica come contraltare per la fine delle libertà civili e politiche in Turchia.

    • COREA DEL NORD

    Il gioco diplomatico di Trump con Kim Jong-un

    Il vertice fra Kim Jong-un e Donald Trump si farà o non si farà? Fino a ieri mattina pareva ormai archiviato, da ieri pomeriggio si è invece riaperto uno spiraglio. E' un balletto diplomatico in cui gli Usa mirano a ottenere le condizioni di un disarmo totale, irreversibile e verificabile della Corea del Nord, con un misto di minacce e blandizie.