• ECO-CATASTROFISMO

    Il Nobel a Greta? Ormai si crede all'apocalisse verde

    Certo che daranno il Premio Nobel per la Pace a Greta Thunberg. Tutto è pronto da tempo, da quando il global warming o, per chi è diventato cauto nell’usare questa espressione sapendo di poter incorrere in smentite, i cambiamenti climatici di origine antropica sono stati dichiarati una delle maggiori cause di insicurezza e povertà

    • IL CASO

    Sciopero per il clima, un altro abuso di minori

    Oggi in un centinaio di paesi del mondo scioperano gli studenti per protesta contro i politici che non prendono provvedimenti seri per contrastare il riscaldamento globale. Una iniziativa che secondo la narrazione ufficiale nasce dall'esempio della 16enne svedese Greta Thunberg, che ieri è stata anche candidata al Premio Nobel per la Pace, ma le cose stanno diversamente. E dietro la mobilitazione degli studenti ci sono élite ecologiste e fondazioni americane che stanno usando i giovani per battaglie che valgono centinaia di miliardi di dollari.

    • RISCALDAMENTO GLOBALE?

    Tranquillo, Presidente: non c'è nessuna "crisi climatica"

    Anche secondo il Presidente della nostra repubblica saremmo «sull’orlo di una crisi climatica». Probabilmente il capo di Stato è stato colpito dalle parole della piccola Greta (che però, una volta cresciuta, si vergognerà di quel che sta dicendo). Non esiste alcuna crisi climatica. Il clima è sempre cambiato. E non a causa dell'uomo. 

    • USA

    Green New Deal, l'utopia ecologista democratica

    Dalla conferenza sul clima di Cracovia, è ricominciato il clima di allarme sul riscaldamento globale. Il Partito Democratico eletto a novembre al Congresso, con la maggioranza alla Camera, propone soluzioni drastiche: 100% energie rinnovabili, nuove ferrovie, solo auto elettriche, trasformazione dell'agricoltura. Tutto a spese del contribuente.

    • LO STUDIO BRITANNICO

    I Conquistadores hanno provocato un'era glaciale?

    Un nuovo studio scientifico britannico dimostrerebbe che la colonizzazione europea delle Americhe avrebbe provocato la Piccola Era Glaciale del '600 e '700. Il genocidio dei popoli indigeni avrebbe provocato una riforestazione alla base del raffreddamento globale. Sarà vero? Mariani e Zavatti analizzano questo studio, che non va preso come oro colato, a dir poco. 

    COLONIZZAZIONE E CLIMA, TESI FORZATE di L. Mariani e F. Zavatti

    • LEGGERE DANTE

    Il desiderio umano è un trampolino verso Dio

    “Grandezza di Dio e dignità dell’uomo” sono mirabilmente espresse nella concezione medievale. Che Dante sublima nel Convivio e nella Commedia. I desideri umani sono dunque come gli strati di una  piramide, ciascuno dei quali è necessario per arrivare a prendere coscienza del desiderio del bene per eccellenza, Dio stesso.

    • LA MORTE DELLO SCIENZIATO

    Sermonti, con un gabbiano in volo demolì Darwin

    La morte a 95 anni dello scienziato Giuseppe Sermonti. I suoi studi antievoluzionisti lo portarono ad uscire dalla scienza destinata esclusivamente a fini utilitaristici così da indagare e scoprire le leggi naturali. Uno scienziato scomodo che si è scontrato col mondo accademico e con la dura critica ai biologi impegnati a volere innovare e a volere migliorare l’uomo. Ma vedeva lontano e l’attualità gli ha dato ragione: una rivoluzione bio-tecnologica sta travolgendo tutto e tutti, la procreazione è diventata un fatto quasi da laboratorio.

    • INGHILTERRA

    Un nuovo battesimo per i trans, le follie anglicane

    La Conferenza dei vescovi della Chiesa d’Inghilterra ha promosso una iniziativa che si chiama “affermazione della fede battesimale”. Nella cerimonia la Chiesa d’Inghilterra benedice la nuova vita e viene imposto al transessuale un nuovo nome. Un para-battesimo che rovescia esattamente il significato dell’autentico battesimo. Infatti incardina ancor di più la persona nel peccato e nega l'identità che Dio ha voluto per ognuno di noi. 

    • COP24

    Una strana alleanza contro la lotta al global warming

    Ieri mattina, a Katowice, in Polonia, è incominciata la 24ma Conferenza sul Cambiamento Climatico (Cop24) sponsorizzata dalle Nazioni Unite. E la conferenza parte zoppa. È infatti fallito il tentativo di introdurre nel negoziato l’ultimo studio pubblicato dall’Ipcc, a causa dell'opposizione di Usa, Russia, Arabia Saudita e Kuwait. 

    • COP24

    Cambiamenti climatici, un antidoto al catastrofismo

    «Ultima chiamata per salvare il pianeta»; «Solo 12 anni per invertire la tendenza»; «è ormai troppo tardi». Il bombardamento propagandistico di questi giorni preludeva alla Conferenza sul clima apertasi ieri a Katowice (Polonia). Ma un libro scritto da alcuni scienziati italiani smonta la teoria del riscaldamento globale antropogenico.
    - LIVELLO DEL MARE, IL VATICANO DÀ I NUMERI, di Alessandro Martinetti
    - SE A DIFENDERE LA BISTECCA È UN ECOLOGISTA, di Andrea Cionci

    • IL LIBRO

    Se a difendere la bistecca è un ecologista

    "In difesa della carne" è un libro scritto dal giornalista ambientalista Andrea Bertaglio che confuta dati alla mano la demonizzazione della carne e spiega invece il reale rapporto tra zootecnia, ambiente e alimentazione umana.

    • VERSO LA COP 24

    "Diplomazia climatica"? È il suicidio dell'Europa

    Le Nazioni Unite, l'Unione Europea, la Chiesa cattolica, Amnesty International e altri ancora: con l'avvicinarsi della Conferenza sul clima (Cop24) di Katowice si intensificano rapporti e allarmi, nella convinzione di dover cambiare il coima anziché adattarvisi, come è sempre accaduto.