• CAMBIO DI PASSO AL MINISTERO

    Ministro, così non va: la famiglia ritorna un peso

    Nella sua prima intervista, il neoministro della Famiglia Locatelli mostra un cambio di passo rispetto a Fontana: prima i disabili, distanza dal Congresso di Verona e no comment sulle unioni lgbt. La famiglia torna ad essere un peso assistenziale e non la cellula da mettere al centro di ogni politica fiscale, scolastica o abitativa. Il Family Day accusa il colpo dopo il credito concesso alla Lega. Savarese (CitizenGo): «Segnale politico negativo». Sberna (ANFN): «Famiglia da promuovere, non da curare».

    • FONTANA VA IN EUROPA

    Il rimpasto lascia sul campo la prima vittima: la famiglia

    Il cambio al dicastero della Famiglia: Fontana agli Affari europei, al suo posto la sconosciuta Locatelli. Il bilancio magro di un ministero che doveva essere un simbolo della Lega di governo: il merito di aver difeso il Congresso di Verona e di aver dato via alla Carta Famiglia, anche se ora andrà riempita. Ma l'assegno unico è al palo e la flat tax non è stata corretta per le famiglie numerose. 

    • L'INTERVISTA

    Ronzulli: “Giudici conniventi e servizi sociali onnipotenti”

    «Lo strapotere dei servizi sociali - come emerge dall'inchiesta Angeli e demoni - è alimentato dagli stessi giudici minorili che delegano agli assistenti sociali la determinazione di aspetti di rilievo per la vita del minore. A volte i servizi vanno oltre le decisioni della magistratura». La denuncia alla Nuova BQ di Licia Ronzulli, presidente della Commissione parlamentare infanzia e adolescenza: «Dai nostri lavori è emerso come spessissimo i magistrati onorari minorili abbiano interessi nelle case famiglia». 

    • IL CASO ASSISTENTI SOCIALI

    Bambini ai gay, il sistema Reggio svela l'avversione alla famiglia

    Nelle motivazioni del giudice che ha disposto gli arresti al centro la Cura di Bibbiano, tra maltrattamenti e irregolarità, emerge la presenza massiccia di un’ideologia antifamigliare in cui i genitori naturali vengono costantemente denigrati alla ricerca ossessiva di abusi mai dimostrati e falsi per privare i piccoli delle figure genitoriali, soprattutto paterne. E il deus ex machina di questo sistema è una dirigente del servizio appartenente «a noti movimenti Lgbt» che si batte per l’affidamento dei bambini agli omosessuali. Il caso di Silvia, tolta ai genitori senza un motivo per essere affidata a due lesbiche militanti e squilibrate, le quali l’hanno maltrattata e hanno cercato di influenzare il suo orientamento sessuale. Bambini sotto il potere dello Stato: da Alfie all'educazione gender e oggi con il fiore all'occhiello del welfare targato Emilia rossa. 

    • NUOVO RAPPORTO

    Le coppie in cui la fede è importante? Vivono meglio

    Anche quest’anno è stata pubblicata la World Family Map, che analizza l’incidenza della religiosità sulla vita delle famiglie, studiando 4 fattori: qualità della relazione, fecondità, violenza domestica e infedeltà. Diversi gli spunti interessanti, come ad esempio il fatto che le donne in relazioni molto religiose fanno in media più figli e hanno il 50% in più di probabilità di dichiarare di essere fortemente soddisfatte della loro relazione sessuale rispetto alle ‘laiche’.

    • L'INTERVISTA

    “Grazie Vox, ora l'agenda pro life è in Parlamento”

    “In Spagna Vox ha raccolto il testimone delle associazioni pro life e pro family che in questi anni sono state perseguitate e lo ha portato in Parlamento. Ora ci aspettiamo che passi dalle parole ai fatti, iniziando con l'abrogazione della legge sull'aborto”. Il fenomeno Vox spiegato alla Bussola da Ignacio Arsuaga, della piattaforma HatzeOir. 

    • GENDER FLUID

    Scandalo al Gay Pride: Asia Argento bacia un uomo

    Chi lo avrebbe detto che l’atto più provocatorio dell’ultimo Gay Pride sarebbe stato un bacio appassionato fra un uomo, (il sig. Vladimiro Guadagno) e una donna, (la sig.ra Asia Argento)? Nel Gay Pride fa ormai scandalo solo la normalità. I romani subiscono in silenzio, ma poi si preparano a rispondere nel segreto dell'urna

    • IL CONCORSO

    Nonni 2.0, tra solide radici e vita eterna

    Grande successo per il concorso scolastico "Io e i miei nonni: esperienze e riflessioni". Ricchissimo il materiale raccolto, per quantità (2414 temi), ma soprattutto per il prezioso contenuto. Emerge con forza che i nonni rimangono una presenza fondamentale nelle famiglie italiane e nel cuore dei più piccoli. E anche quando non ci sono più, continuano ad educare: insegnando ad alzare lo sguardo verso il Cielo.

    • INTERVISTA A SIRI

    "Vantaggi per tutte le famiglie: vi spiego la mia Flat tax"

    «La Flat tax è l’unica via per uscire dalla stagnazione facendo crescere il Pil e diminuire il deficit». Parla Armando Siri, l'uomo che Salvini ha messo a disegnare la riforma fiscale. «Le coperture? Dal sommerso e da riserve di bilancio». Per l'ex Sottosegretario la novità è «il criterio della famiglia fiscale, per le famiglie numerose previste deduzioni in base ai carichi». «Avvantaggerà principalmente le famiglie monoreddito». La soglia reddituale però rimarrà ferma a 50mila lordi, «ma l'obiettivo è l'aliquota unica per tutti». 

    • IL GIUDICE TRIBUTARIO

    "Flat tax solo con meno spesa e soglie di reddito più alte"

    "La Flat tax funziona solo se si ferma la spesa pubblica e con soglie reddituali famigliari più alte degli attuali 50mila che non sono sufficienti". Il dibattito della Nuova BQ sui correttivi alla tassa piatta prosegue con il giudice tributario Bandini: "E' la vita che crea ricchezza e non viceversa, il numero di figli va considerato. Il problema costituzionale si risolve introducendo due aliquote sui redditi elevati". Secondo il magistrato fiscale però, bisogna tagliare drasticamente il numero delle tasse italiane. "In Inghilterra sono appena 5". 

    • LA RIFORMA FISCALE

    Flat tax, si parte male per le famiglie numerose

    Flat tax, qualcosa non quadra: il tetto di 50mila euro fissato da Salvini è su base reddituale famigliare e non considera la progressività dei figli: penalizzata la famiglia numerosa che supera di poco la soglia. Sberna: «Ci risiamo, non si tiene conto che il reddito va "pesato" sul numero di figli». Il docente di Scienze della Finanza alla Nuova BQ: «Così si spingono le famiglie a restare piccole». Ecco perché serve un correttivo: appunti per il ministro Fontana.

    • STUDI MODERNI

    Singles felici? È il progresso che cerca rassicurazioni

    Il solito studio di un "autorevole" inglese: le singles sono più spensierate delle sposate. Bella forza, è proprio per questo che Cristo ha elevato il matrimonio a sacramento, via di Grazia privilegiata. La somma di infelicità umana causata dal «progresso» è ormai talmente insopportabile da richiedere «studi» rassicuranti.