• GLOBAL GOVERNANCE

    Lo Stato di emergenza come eutanasia della democrazia

    Sovrappopolazione, clima, Covid-19: da settanta anni ormai un Potere che muove la politica, l'economia e i media instilla nella popolazione la paura per fenomeni inventati o sopravvalutati. Così si applica un continuo stato di emergenza che permette a delle "élite illuminate" di imporre politiche e restrizioni della libertà che sarebbero impossibili in tempi normali. Presentiamo il testo dell’intervento del direttore della Nuova Bussola Quotidiana al convegno “The Global Governance Conundrum”, organizzato dall’Acton Institute a Roma il 28 ottobre.

    • COP26

    Clima, ci vogliono imporre il maoismo energetico

    Nelle giornate di conferenza sul clima svoltesi la settimana scorsa a Milano è apparsa chiara la volontà di imporre una rivoluzione economica ed energetica dall'alto, con il pretesto dell'emergenza climatica. E spuntano idee che rimandano al "Grande balzo in avanti" che Mao impose alla Cina nel 1958 e che creò una vera catastrofe economica e umanitaria.

    • SCENARI

    Dalla pandemia al clima, fine emergenza mai

    Da Draghi al Vaticano la nuova parola d'ordine è "L'emergenza climatica è come la pandemia". In realtà le due cose sono strettamente legate, perché una dopo l'altra servono a mantenere uno stato d'emergenza che porta alla fine della democrazia e dei diritti personali.

    • Global warming

    L’architettura della decrescita, etica e sostenibile

    Per rispondere all’emergenza climatica gli architetti devono smettere di progettare nuovi edifici e dedicarsi responsabilmente a ricostruire, mantenere e riutilizzare l’esistente