• UNA STORIA DOLCE /3

    Viaggio tra i monasteri produttori di cioccolato

    Nel XIX secolo, una volta superate le diatribe ecclesiali sulla liceità del cioccolato in tazza in tempo quaresimale, i monasteri hanno cominciato a produrlo. Artigianalmente, su piccola scala, ma di grande qualità. Dall’Abbazia di Nostra Signora del Santissimo Sacramento, a Frattocchie, fino al monastero brigidino di Amity, nell’Oregon, scopriamo alcuni dei prodotti più ricercati, frutto di un mondo che unisce il lavoro alla preghiera.

    • UNA STORIA DOLCE /2

    Fra amore e odio: disputa della Chiesa sul cioccolato

    Il lapidario giudizio di Pio V sulla "bevanda degli dei", le argomentazioni sul divieto o ammissione di questo alimento in tempo di digiuno. L'idea che sia un cibo tutto cattolico (il caffè sarebbe protestante), l'amore per esso dei missionari gesuiti e il dibattito al Concilio di Trento. Fino alle uova e ai presepi dei nostri giorni.
    LA RICETTA: TORTA AL CIOCCOLATO E ARANCE CANDITE

    • Una storia dolce /1

    Il cioccolato, un alimento dalle mille sorti

    Le civiltà precolombiane ritenevano divino il Theobroma cacao e usavano preparare una bevanda paragonabile alla cioccolata. Il primo europeo a menzionarla fu il conquistador Cortés. Ma per un certo tempo alcuni uomini di Chiesa rimasero diffidenti verso l’alimento, sia per il suo carattere afrodisiaco che per l’impiego di schiavi. Passando per le innovazioni del XIX secolo il cioccolato è divenuto il prodotto di largo consumo che conosciamo.
    LA RICETTA: FRAGOLE AL CIOCCOLATO