• GERMANIA

    Come l'immigrazione ha spaccato il governo tedesco

    Il caos politico regna sovrano in Germania. Seehofer, leader della Csu (la componente bavarese del partito della Merkel) è in rotta con la cancelliera, accusandola di non essere abbastanza decisa sulla soluzione al problema dell'immigrazione clandestina. E' una crisi che sta cambiando la scena politica europea e questo è solo l'inizio.

    • LOPEZ OBRADOR

    Il Messico elegge presidente un populista messianico

    Il Messico ha votato per il suo populista. Stavolta un "populista" in senso stretto: Andres Manuel Lopez Obrador promette di dare il potere al popolo, per "realizzare un regno di giustizia e fratellanza qui in terra". Un presidente messianico che vuole promuovere la "quarta trasformazione" del suo paese. Se queste sono le premesse...

    • SUMMIT DI HELSINKI

    Trump e Putin parleranno di Europa. Ma senza l'Europa

    Trump e Putin si incontreranno il prossimo 16 luglio a Helsinki. Fra le mille voci che circolano, sul depotenziamento della Nato, un possibile riconoscimento dell'annessione russa della Crimea e il ritiro iraniano dalla Siria, non si sa cosa sia vero e cosa è solo un bluff. Una cosa è certa: l'Europa resta sullo sfondo, si è fatta rubare l'iniziativa.

    • MEDITERRANEO

    Haftar minaccia l'Italia: guai a chi "invade" la Libia

    Il generale Haftar, laico, prende Derna, una delle ultime roccaforti degli jihadisti. Forte della sua ultima vittoria, lancia un monito a tutti coloro (cioè l'Italia) che vorrebbero metter piede in Libia per creare un hotspot che funzioni da filtro per l'immigrazione. La ritiene una violazione di sovranità inaccettabile.

    • DIMISSIONI DEL GIUDICE KENNEDY

    Provvidenziale cambio della guardia alla Corte Suprema

    Anthony McLeod Kennedy, si dimette il 31 luglio.Ora al presidente Donald J. Trump si presenta un’occasione, perché può nominare un conservatore e ribaltare i rapporti di forze all'interno della Corte Suprema Usa per i decenni a venire. Sarebbe la riaffermazione dei valori della Costituzione, che i giudici liberal hanno troppe volte travisato.

    • POLITICAMENTE CORRETTO

    Spagna, antisemitismo di ritorno dal volto umanitario

    Proprio mentre Hamas lancia la sua nuova offensiva incendiaria su Israele, provocando un milione e mezzo (in dollari) di danni, la città di Valencia, Spagna, annuncia il boicottaggio di Israele. I termini della mozione contengono molti stereotipi anti-semiti. E i protagonisti del nuovo governo di sinistra in Spagna vengono da quella cultura.

    • ISLAM

    Iran, il popolo si ribella. Nonostante gli europei

    Mentre gli Alti rappresentanti per gli affari esteri europei si affannano a difendere l'accordo sul programma nucleare iraniano, gli iraniani si ribellano al regime degli ayatollah. Nonostante la repressione brutale, protestano per la crescente crisi economica. Ed è anche per l'effetto Trump, che ha puntato il dito contro il regime.

    • USA

    Obama, il "peggior presidente della storia"

    Obama era stato presentato dalla stampa internazionale come una sorta di Messia, l’uomo della speranza, quello che avrebbe “redento” l’America. Oggi viene ricordato come il peggior presidente della storia americana dal secondo dopoguerra. Vediamo perché (e non è difficile indovinarlo).

    • NEO OTTOMANI

    Erdogan inizia il sultanato nazional-islamico in Turchia

    Erdogan vince le elezioni presidenziali e diventa un presidente con poteri ampliati dalla nuova Costituzione. In parlamento, gli islamici vincono assieme ai nazionalisti di Bahçeli. Il mix tra islamismo radicale e componente nazionalista è un’arma molto pericolosa che potrebbe rendere quello turco un fattore di destabilizzazione

    • CONFERENZA A BRUXELLES

    Yemen, una crisi senza sbocchi

    A Bruxelles si è tenuta una conferenza sullo Yemen, ormai allo stremo. Sotto la spinta di Qatar e Iran si teme che si venga a formare una nuova sacca di estremismo nella penisola arabica. Che potrebbe destabilizzare l'intero quadrante e sottoporre la popolazione ad ulteriori sofferenze.

    • MADURO

    Venezuela e giornalisti di regime: il paradiso inventato

    Papa Francesco è stato arruolato dal corrispondente Agi nella difesa di Maduro? Parrebbe di sì, stando al botta e risposta sull'aereo per Ginevra. Lo stesso giornalista, Salvatore Izzo, osservatore nelle elezioni presidenziali nel Venezuela, accusa i vescovi del paese di cospirare con gli Usa contro il popolo. E' l'ultima mitologia socialista.

    • SUNNITI CONTRO SCIITI

    Hodeida, battaglia decisiva nella guerra yemenita

    La lunga e sanguinosissima guerra civile nello Yemen potrebbe essere giunta a una svolta decisiva. La coalizione sunnita, guidata dall'Arabia Saudita e i regolari yemeniti stanno assediando il porto strategico di Hodeida, tenuto dai ribelli sciiti Houthi (appoggiati dall'Iran). Potrebbe essere la battaglia finale, ma sarà dura.