San Landerico di Parigi

Il primo ospedale di Parigi, l’Hôtel-Dieu (“Ostello di Dio”), il più antico del mondo a essere ancora in funzione, venne fondato nel 651 da san Landerico, che ebbe l’idea e la carità di riunire gli ammalati sotto uno stesso tetto per curarli meglio e diminuire i rischi di contagio, in un’epoca in cui le epidemie erano piuttosto frequenti

Español

Il primo ospedale di Parigi, l’Hôtel-Dieu (“Ostello di Dio”), il più antico del mondo a essere ancora in funzione, venne fondato nel 651 da san Landerico. Il santo ebbe l’idea e la carità di riunire gli ammalati sotto uno stesso tetto per curarli meglio e diminuire i rischi di contagio, in un’epoca in cui le epidemie erano piuttosto frequenti. In quest’opera di assistenza agli ultimi, che proseguì nei secoli fino a far diventare l’Hôtel-Dieu il simbolo della carità di Parigi, venne aiutato da una comunità di monache e da alcune nobili cristiane che servivano cibo e medicine a poveri e infermi. Nel 651 Parigi era tra l’altro afflitta da una carestia; e lo stesso Landerico, che era divenuto vescovo della città intorno al 650 (succedendo ad Audoberto), aveva venduto tutte le sue proprietà personali per comprare del pane e donarlo ai bisognosi.

San Landerico fu uno dei ventiquattro vescovi che nel 653 firmarono una carta in favore dell’Abbazia di Saint-Denis (fondata alcuni anni prima, sotto Dagoberto), concessa da Clodoveo II, marito di santa Batilde, la quale in quegli anni favorì la nascita di numerosi monasteri.

Prima di divenire vescovo, Landerico aveva operato come referendario della corte merovingia. Fu lui a dare l’incarico a un monaco di nome Marcolfo di redigere le Formulae, una raccolta di formule utili per una molteplicità di questioni giuridiche.

A san Landerico si attribuisce anche il merito di aver fatto costruire la chiesa parigina di San Germano d’Auxerre, che divenne poi la principale parrocchia dei reali di Francia. Dopo la sua morte, avvenuta intorno al 656, fu sepolto in questa chiesa, dove si trova una cappella a lui intitolata. Durante la Rivoluzione francese, come successo con i corpi di diversi altri santi, la furia rivoluzionaria causò la dispersione di gran parte delle sue reliquie.

Español