• SCHEGGE DI VANGELO

Responsabilità d'annuncio

«Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro?» (Mc 4, 21-25)

In quel tempo, Gesù diceva: «Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!».
Diceva loro: «Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perché a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha».  (Mc 4, 21-25)

Ogni scelta d’amore è definitiva, totale e pubblica: la si annuncia. Quando nasce un figlio siamo felici e quindi mandiamo messaggi a parenti e amici e facciamo una bella festa: stiamo annunciando la gioia per la responsabilità di essere madri ed essere padri. Ricevere il dono della fede è una grazia e una responsabilità d'annuncio.