a cura di Benedetta Frigerio
  • India

Nel Tamil Nadu demolita una chiesa per far posto a una strada

 

Il 2 agosto in India, nella capitale dello stato del Tamil Nadu, Chennai, sono state demolite un’ala della Emmanuel Church e alcune case adiacenti. La chiesa, costruita mezzo secolo prima, appartiene alla Church of South India, la più grande comunità protestante del paese. L’ordine è stato emanato, senza aspettare la sentenza dell’Alta corte di Madras in merito all’abbattimento, dal Dipartimento per i lavori pubblici governativo. Gli addetti alla demolizione sono arrivati a bordo di ruspe accompagnati da forze di polizia. Durante i lavori, riferisce AsiaNews, è scoppiata una rissa tra i funzionari presenti e un gruppo di fedeli e residenti. L’amministrazione cittadina sostiene che l’abbattimento si è reso necessario per poter allargare una strada. Ma nella zona ci sono diversi templi indù costruiti in mezzo alla strada e il traffico viene deviato apposta. “Il sentimento religioso degli indù viene rispettato dal governo . Perché – domanda Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic) – lo stesso non avviene quando si tratta dei cristiani?”. Il Gcic ha condannato duramente l’iniziativa definendola un ennesimo episodio di discriminazione nei confronti della minoranza cristiana in India.