Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Ranieri a cura di Ermes Dovico
Borgo Pio
a cura di Stefano Chiappalone

arte, fede e blasfemia

Artisti in Vaticano 2: c'era anche l'autore di "Piss Christ"

Tra i nomi "di spicco" presenti all'incontro con il Papa nella Cappella Sistina, c'è anche quello del fotografo Andres Serrano. Che rivisita i soggetti sacri in maniera a dir poco controversa.

Borgo Pio 24_06_2023

Si è svolto ieri nella Cappella Sistina l'incontro del Papa con numerosi esponenti del mondo dell'arte e della cultura.

Nel suo discorso il Santo Padre ha parlato di un'amicizia «naturale e speciale» tra la Chiesa e gli artisti. Ha citato Romano Guardini («lo stato in cui si trova l’artista mentre crea è affine a quello del fanciullo e pure del veggente»), Hannah Arendt (la quale «afferma che il proprio dell’essere umano è quello di vivere per portare nel mondo la novità»), Simone Weil («La bellezza seduce la carne per ottenere il permesso di passare fino all’anima») e ha definito la bellezza come «quell’opera dello Spirito che crea armonia».

Come abbiamo già osservato ieri qui sulla Bussola, il parterre dei partecipanti era piuttosto variegato. Ci era però sfuggito un nome – ci ha fatto caso Catholic News Agency – ed è quello del fotografo statunitense Andres Serrano, che con i soggetti religiosi ci va a nozze ma in modo alquanto controverso. Una delle sue opere più note, risalente al 1987, si intitola Piss Christ (traducetela voi) e raffigura un crocifisso immerso nell'urina, presumibilmente dell'autore stesso. Il quale, neanche a dirlo, recentemente ha dichiarato di volerla regalare al Papa.