• PASQUA 2018

Appello ai sacerdoti per Alfie

Dopo il sacrificio di Cristo, di Charlie e di Isaiah, in questa Pasqua, chiediamo a tutti i sacerdoti di ricordare Alfie e di far pregare affinché ci sia dato un segno di Resurrezione e di vittora già ora: la salvezza della vita di Alfie.

Come Cristo nella Settimana della Passione, oggi c'è chi muore ingiustamente. Sono i Santi Innocenti dell'Occidente ateo. Come Charlie Gard, come Isaiah Haastrup e chissà quanti altri nascosti e uccisi senza colpa.

Dopo di loro tocca ALFIE Evans. Un bimbo inglese di 23 mesi ricoverato al Liverpool in terapia intensiva e ventilato. Ora l'ospedale vule staccare la ventilazione, provocandone la morte per soffocamento. 

Come GESU', anche ALFIE ha subìto un processo ingiusto in cui solo l'ospedale ha avuto voce. Dopodiché la Corte europea dei diritti dell'uomo, come Pilato, ha preferito lavarsi le mani.

Accanto ad ALFIE la sua mamma, impotente come lo fu la Madonna, suo padre, come Giovanni con Gesù, alcune donne e un piccolo popolo che sta al suo fianco come il Cireneo e la Veronica.

E Pietro? E Giuda? Oggi con Alfie, come allora con GESU', si può tradire come Giuda, per compiacere il mondo, per trenta denari. O tacere per paura, come fece Pietro.

Dopo il sacrificio di Cristo, di Charlie e di Isaiah, in questa Pasqua CHIEDIAMO A TUTTI I SACERDOTI DI RICORDARE ALFIE E DI FAR PREGARE affinché ci sia dato un segno di RESURREZIONE e di vittoria già ora: LA SALVEZZA DELLA VITA DI ALFIE.