• STRATEGIE

    Gentiloni il cattofelpato che oscura Renzi

    Conciliare il cattolicesimo sociale, al quale indubbiamente appare più affine, con i temi cari al cattolicesimo liberale, dalla famiglia naturale alla meritocrazia, dalla libertà d’impresa alla valorizzazione del mercato, è la sfida che attende Gentiloni nei prossimi mesi. Le prime prove? Dall'incontro top secret col Papa sui migranti al bagno di folla con Cl.

    • UN EDITORIALE CONTROVERSO

    Capo scout gay La macchia in bella vista di Avvenire

    Nuovo affondo di Avvenire sulla vicenda di Staranzano. Si inserisce in quel piano omoeretico per sdoganare l’omosessualità che la testata sta portando avanti da tempo. Da qui la trovata: aprire un “tavolo di confronto sul tema dell’educazione alla sessualità e all’affettività” per insegnare che un ragazzino puoi essere “disinteressatamente” omosessuale.

    • EDITORIALE

    Papa e ius soli tra equivoco e malafede

    Nella frase incriminata nel messaggio di papa Francesco per la Giornata dei migranti, in effetti non c'è un riferimento allo ius soli ma ad un altro problema che riguarda alcuni paesi del Sud del mondo. Eppure la Sala stampa vaticana, così come tante alre volte, se ne guarda bene dal correggere certe distorsioni. Una situazione inaccettabile che intanto consiglia di ignorare giornali e tg per leggere direttamente le parole del Papa.

    • IL DIBATTITO DOPO I DUBIA

    AL, correzione o no? Canonisti al lavoro

    Torna di attualità il tema della cosiddetta “correzione formale” del Papa a seguito dell'intepretazione ambigua del capitolo VIII di Amoris Laetitia. Burke ribadisce la necessità di affermaizoni positive su ciò che la Chiesa ha sempre insegnato mentre l'altro estensore dei dubia, Brandmuller, parla di una professio fidei. Nel frattempo i canonisti dibattono sulla liceità di un provvedimento del genere.

    • IL PUNTO

    Così si cambia la Dottrina sociale della Chiesa

    Sostenere che il Papa prende posizione per lo ius soli e in particolare per il disegno di legge italiano, è eccessivo, però non c’è dubbio che il testo del Messaggio per la giornata dei migranti entri in aspetti anche molto tecnici (e controversi) delle politiche di accoglienza. E non è una buona cosa.

    • RIFLESSIONI SULLA STRAGE DI BARCELLONA

    La Spagna si rifugia nella Chiesa che vuole umiliare

    Gli spagnoli, con in testa i reali, si sono "rifugiati" nella Sagrada Familia per chiedere pace. Eppure è la stessa Spagna che cedendo alle ideologie relativiste ha umiliato la Chiesa con blasfemie e intimidazioni ai cattolici. Rileggere la consacrazione del tempio fatta da Benedetto XVI per capire qual è la risposta ai tagliagole islamici: "Una chiesa è l’unica cosa degna di rappresentare il sentire di un popolo". 

    • MESSAGGI IN CONTROTENDENZA

    Sacro e Maria La "ricetta" africana

    I vescovi nigeriani rifiutano i crismi della "nuova religione pop" e indicano come antidoto la devozione mariana e l'osservanza delle rubriche liturgiche. «Il messaggio di pentimento, di riconciliazione e di pace che Maria ci ha portato a Fatima 100 anni fa è più rilevante che mai». Lo Spirito soffia anche in Africa e, come disse Paolo VI nel 1969, potrebbe anche essere che “nova patria Christi Africa”.

    • EDITORIALE

    Le canzoni di Chieffo, profezia per la Chiesa di oggi

    «Carissimo amico....». Comincia così il dialogo di monsignor Luigi Negri con Claudio Chieffo, morto il 19 agosto di dieci anni fa. Un dialogo che prende spunto da alcune composizioni di Chieffo, che – dal momento dell’incontro con Gioventù Studentesca di don Luigi Giussani all’inizio degli anni ’60 - ha composto oltre cento canzoni che sono diventate patrimonio di tutto il mondo cattolico. 

    • SCONTRO ITALIA EGITTO

    Tutte le domande irrisolte del caso Regeni

    Difficile non notare come il caso Regeni abbia diffuso bel mondo la convinzione che l’Italia e la sua politica estera siano inconsistenti. Addebitare le responsabilità solo all’Egitto fa parte delle strumentalizzazioni. Perché Roma non ha preteso spiegazioni da Cambridge? E perchè nessuno ha fatto caso che quella di “ricercatore” è tra le coperture più diffuse per l’intelligence?

    • EDITORIALE

    Orsi pericolosi. L'animalismo ancora di più

    Il recente abbattimento di un'orsa in Trentino, responsabile dell'aggressione a un escursionista, ha fatto di nuovo emergere il furore ideologico degli animalisti, sostenuti dalla grande stampa laica. Eppure quella dei grandi carnivori che vagano fuori dalle riserve è ormai un'emergenza nazionale a cui va posto rimedio. Oggi a rischio di estinzione sono i pastori, gli allevatori e i contadini di montagna.

    • CARDINAL SARAH DIXIT

    Il cristiano è vandeano o non è

    Il prefetto del Culto Divino Sarah ha ricordato i martiri dell Vandea francese ammonendo il cristiano di oggi che per essere tale deve assumersi il compito di essere spiritualmente vandeano, cioè per nulla incline alla logica del compromesso e disposto al martirio. Parole dure, ma vere. Subito "messe in pratica" dal suo predecessore Medina Estevez che in Cile ha tuonato contro i cattolici favorevoli all'aborto rischiando l'impopolarità. 

    • IL CASO MIGRANTI

    Ong alla fonda Più che il palazzo potè la toga

    Dietro il progressivo disimpegno di molte ong c'è sì l'attivismo del proclamato governo libico, ma sul versante italiano c'è l'unico potere in grado di "spaventare" le ong che in tutti questi anni sono stati un taxi del mare su cui il governo ha chiuso gli occhi: l'inchiesta della procura di Trapani fa più paura del codice di condotta del ministro Minniti. Succede sempre così in Italia: i cambiamenti di scenario avvengono su input delle toghe e non della politica, che, semmai, si accoda.