• LA DERIVA DEL NUOVO ORDINE MONDIALE

    Antinatalista e massonica: in Vaticano è Bachelet mania

    Dopo il sì all'aborto, la presidente del Cile Bachelet punta sul matrimonio same sex. Con gli appoggi di Onu e Massoneria, che l'ha premiata, ricevendo in cambio una condivisione di intenti derivante dal padre e dal nonno, entrambi "grembiulini". Ma il sostegno non si ferma qui: a novembre è attesa in Vaticano, dove parlerà di clima nel convegno "antinatalista" promosso dal vescovo Sorondo.
    • EDITORIALE

    Ci sarà padre per sempre

    La chiarezza cristallina dell’insegnamento del cardinale Caffarra non era in nessun modo rigidità ignara della complessità della vita concreta, ma piuttosto luce che mobilita per un cammino di conversione e di crescita verso il compimento della propria umanità, nella fiducia che la Grazia di Dio sempre rende possibile ciò che comanda.

    • LAICISMO IMPERANTE

    Se nemmeno la Chiesa crede più nell'educazione cattolica

    La Chiesa non si occupava dell'educazione per supplire allo Stato, ma perché l'annuncio della Bellezza di Cristo fa parte della sua natura che rispetta a pieno la libertà umana. A stupire non sono quindi i nemici di Dio, ma l’adesione convinta degli stessi leader cattolici all'ideologia laicista che considera l’esclusione di Dio dall’educazione dei giovani come normale. Se non addirittura opportuna. 

    • POPULISMO

    La trappola del Reddito di Inclusione

    Reddito di Inclusione: il governo concede briciole, sotto forma di piccoli sussidi, a un numero limitatissimo di famiglie meno abbienti. Ed esso stesso non è certo che arrivi alle persone giuste. Ancor peggio, il Reddito di Inclusione riflette una visione della società futura in cui l'occupazione non viene rilanciata mentre i disoccupati ottengono una mancia di sussistenza.

    • EDITORIALE

    Animalisti, Greenpeace, femministe: tutti in letargo

    Il test nucleare della Corea del Nord, la strage di ovini e caprini per la festa musulmana del Sacrificio; l'aumento delle violenze sessuali degli immigrati. I professionisti della protesta civile - i difensori degli agnelli a Pasqua, dei diritti delle donne e degli ecosistemi - hanno perso la voce. Perché qui rischiano di farsi male e di non guadagnarci nulla. 

    • ANCORA DUBIA

    Amoris Laetitia, l'ambiguità è un grande pericolo

    Padre Vincent Twomey, importante teologo morale, si aggiunge alla lista di teologi e vescovi preoccupati per le conseguenze che sta avendo nella Chiesa la molteplicità di interpretazioni dell'esortazione post-sinodale. A dimostrazione che a quasi un anno e mezzo dalla sua pubblicazione, e a quasi un anno dalla nascita dei Dubia, la mancanza di una risposta continua a suscitare disagio e a generare perplessità.

    • EDITORIALE

    Prostitute per disabili, anche il vizio è democratico

    A Bologna nasce una nuova figura professionale. Anzi no, dato che è la professione più vecchia al mondo: la prostituzione. Solo che in questo caso l’etera offrirà i propri servizi a persone con disabilità. L’uguaglianza passa prima di tutto dal vizio perché l'abbrutimento è democratico.

    • EDITORIALE

    Macché muri e ponti, il nodo dell'immigrazione sta nel modo

    Gli italiani sono sempre stato un popolo accogliente e generoso, c'è la storia a dimostrarlo e anche la realtà di missionari e volontari in giro per il mondo. Allora cosa succede oggi? Il problema è la modalità "selvaggia" e incontrollata in cui avviene l'immigrazione, facilitata anche da chi chiama accoglienza quella che è semplicemente ideologia o affari. 

    • I CASI ROMA E SESTO

    Legalità, un totem che non vale per gli Islamici

    Il buonismo che genera illegalità ha il volto di amministratori comunali ed esponenti politici che in questi anni hanno chiuso gli occhi sull'arroganza islamica. A Sesto il sindaco dice no al palasport per gli islamici che sono morosi per 320mila euro e a Roma i seguaci di Maometto provocano annunciando una manifestaizone davanti al Colosseo. La Sinistra, Pd compreso, li difende. Ma la legalità vale solo se c'è dimezzo la Mafia?

    • IL CASO VICOFARO

    Il vescovo duro con "Forza Nuova" tenero con l'omoeresia

    La vicenda di Vicofaro e del prete scontratosi con Forza Nuova fa riemergere le contraddizioni di un episcopato pronto ad alzare la voce per difendere i propri preti solo se c'è da difendere l'immigrazionismo. Invece per le derive omoeretiche degli stessi pastori, si fa finta di niente. Eppure il Magistero è chiaro sulle incursioni Lgbt nelle parrocchie. Però si fa finta di niente. 

    • USA: VIA LE STATUE DI SAN DOMENICO DALLA SCUOLA

    Nella stupida guerra delle statue ora ci si mettono i cattolici

    I cattolici eccellono praticamente in tutto: quando smarriscono il senso di se stessi, persino nell’autolesionismo. Ne è esempio imbarazzante il III capitolo della “guerra delle statue” in corso negli Stati Uniti. Ora a rimuovere i segni della propria identità ci si sono messi loro. È successo in California nella San Domenico School.

    • IL CASO DEI MIGRANTI IN PISCINA

    Gesù calpestato tra Forza Nuova e il prete "rosso"

    Tra le inaccettabili minacce di Forza Nuova a messa e le parole del prete rosso che accusa di essere fascista chi non la pensa come lui sui migranti, l'unico ad essere oltraggiato è stato Gesù: perchè un attacco squadrista in chiesa è un precedente pericoloso, ma anche perché se un parroco definisce l'abortista Emma Bonino "uno dei pochi politici cristiani", vigilare è ormai inutile.