• A DUE ANNI DA AMORIS LAETITIA

    "Noi testimoniamo": una Declaratio per fare chiarezza

    Più di 400 persone hanno partecipato a Roma al convegno Chiesa dove vai? alla presenza dei cardinali Brandmuller, Burke e il vescovo Schneider. Al termine del convegno è stata presentata una declaratio sottoscritta per acclamazione da tutti i presenti. «A causa di interpretazioni contraddittorie dell’esortazione apostolica "Amoris laetitia", tra i fedeli nel mondo si diffondono sconcerto e confusione crescenti».

    -FERMARE LA COLLABORAZIONE AL MALE di Renzo Puccetti

    • UNA CHIESA ALLO SBANDO

    L'ultima dal Brasile: Dio è bisessuale e transgender

    All'università cattolica di Sao Paulo si insegna che Dio è bisessuale e transessuale. E nessuno prende provvedimenti. Un ulteriore episodio che mostra il livello di crisi di una Chiesa nazionale allo sbando: tra abusi liturgici dilaganti, posizioni politicamente non equilibrate di molti vescovi e scandali finanziari. Senza contare la spaventosa emorragia di fedeli, diventati agnostici o confluiti nelle forme di spiritualità pentecostale.

    • COSA DICE LA CHIESA

    Il Magistero che risolve il problema dell'immigrazione

    La carità fa agire in modo ordinato, dicono san Tommaso e il Catechismo: occorre amare Dio, poi se stessi, poi il prossimo, il che giustifica la legittima difesa. Pio XII disse: «È nell'ordine della carità stessa il prodigare le cure caritatevoli innanzitutto nell'interno della comunità». Pio XI aggiunse che un giusto nazionalismo, la carità cristiana «santifica e vivifica».

    • INTERVISTA

    Burke: Correggere il Papa per obbedire a Cristo

    C’è chi accusa di disobbedienza quanti hanno espresso dubbi, domande e critiche all’operato del Papa, ma «la correzione della confusione o dell’errore non è un atto di disobbedienza, bensì un atto di obbedienza a Cristo e perciò al Suo Vicario sulla terra». Così il cardinale Raymond Leo Burke in questa intervista a La Nuova BQ, alla vigilia di un importante convegno che ci sarà a Roma sabato 7 aprile sul tema “Dove va la Chiesa”.

    • ECUMENISMO

    Germania, sette vescovi si ribellano all'intercomunione

    Sette vescovi tedeschi hanno scritto una lettera alla Santa Sede per protestare contro la decisione presa il 22 febbraio scorso dalla Conferenza Episcopale tedesca di permettere, in qualche caso, ai coniugi di fede protestante di ricevere la Comunione nella messa cattolica.

    • BRASILE

    Famolo sempre più strano: L'Eucarestia viaggia sul drone

    In una Chiesa brasiliana in costante emorragia di fedeli l’ostensorio, che contiene il Santissimo, entra nella chiesa portato da un drone. Lo conduce una ragazza fra grida, fischi e applausi fino a dove c’è il sacerdote ad accoglierlo. E nessuno prenderà provvedimenti. 

    • L'UDIENZA DEL PAPA

    La Messa è un chicco di grano, cresce nella vita ordinaria

    • DOVE VA LA CHIESA?

    Addio insegnamento, il magistero ora pone dubbi

    Oggi sembra che il ruolo del magistero della Chiesa sia cambiato. Si è sempre pensato che questo compito dei pastori consistesse nel confermare nella fede i credenti. Ora invece è in atto la transizione verso un magistero che pone sistematicamente domande e dubbi. Così il messaggio è trasformato in ideologia.

    • I VOLUMETTI E LA DICHIARAZIONE DI COLONIA

    Quei teologi contro il Papa che oggi “fanno carriera”

    Non dev’essere stato piacevole per Benedetto XVI trovare che tra gli undici “eletti” dei volumetti della collana La Teologia di papa Francesco figurano due firmatari della Dichiarazione di Colonia: Peter Hünermann e Jürgen Werbick. la Dichiarazione di Colonia e la posizione della Congregazione per la Dottrina della Fede, allora guidata da Ratzinger, sono esattamente l’una l’opposta dell’altra. Come si poteva allora pensare che Ratzinger desse il suo contributo a sostegno di un’opera che intende mostrare una continuità ricorrendo ai sostenitori della contrapposizione e dell’opposizione?

    • PASQUA/IL PAPA

    "Pace in Siria, lasciamoci sorprendere da Dio"

    «Oggi domandiamo frutti di pace per il mondo intero, a cominciare dall’amata e martoriata Siria». Il Papa nel tradizionale messaggio pasquale per la benedizione “urbi et orbi” ha ricordato le tante situazioni di quella ha definito “terza guerra mondiale a pezzi”. Poi sulla Pasqua: "L’annuncio di Dio è sempre accompagnato da una sorpresa".

    • PASQUA DI RESURREZIONE

    La morte è alle spalle, lo sguardo proteso all'eternità

    L’umano va letto alla luce del destino eterno, diversamente finiamo per vedere in Cristo davvero, e solo, un giardiniere e nel suo Corpo risorto un redivivo che morirà di nuovo. La fede non dimentica le piaghe, ma va oltre; non cancella la passione, ma fissa gli occhi in quella speranza che Cristo ha indicato come certa.

    • SABATO SANTO

    Disposti a perdere tutto ma non l'Eucarestia

    Giuseppe d'Arimatea che chiede a Pilato ciò che ha di più caro: il corpo del Salvatore. E le donne, le uniche a tenere davanti al disfacimento totale. Nell'ora del sepolcro, come nell’ora del parto sono le donne a resistere. Così, preghiamo per le donne di questo secolo, che devono vincere la battaglia contro il disfacimento della loro dignità.
    - APPELLO AI SACERDOTI PER ALFIE
    - LA PASSIONE DI ALFIE COME QUELLA DI GESÙ, di Benedetta Frigerio