• ZAGABRIA

    Caso Stepinac, Chiesa croata e Vaticano ai ferri corti

    Le parole del Papa sull'aereo di ritorno dalla Macedonia del Nord, che lasciano intendere l'accettazione del veto sulla canonizzazione del beato cardinale Stepinac da parte della Chiesa serbo-ortodossa, hanno provocato molte dure reazioni in Croazia. Peggio ancora, ha avuto parole di grande ammirazione per il patriarca Irinej, che invece è noto per il suo incitamento all'odio: contro croati e bosgnacchi.

    • LA COSTITUZIONE AI RAGGI X

    Prolissa e imprecisa: la riforma della curia non va

    Abbiamo letto in anteprima la bozza della Costituzione di riforma della curia romana alla quale stanno lavorando i cardinali Maradiaga e Marx: imprecisioni e ambiguità sul ruolo dei dicasteri e sulla loro gerarchia. Ma anche lungaggini verbose e persino un invito alle diocesi a valorizzare l'equilibrio cosmico delle culture indigene. E per le benedizioni papali si cercano sponsor. 

    • IL MOTU PROPRIO DEL PAPA

    Abusi, severità decentrata anche nelle indagini

    Il Papa promulga Vos estis lux mundi”, il motu proprio annunciato dopo il summit vaticano sugli abusi. Maggior potere d'indagine al metropolita, nell'ottica del decentramento diocesano. Ma anche maggiori obblighi da parte delle segnalazioni dei vescovi. Il provvedimento non aggiunge reati nuovi, ma definisce meglio l'iter procedurale nei casi di chierici che si macchiano di abusi sessuali. 

    • IL VIAGGIO IN MACEDONIA

    Il Papa sul celibato: “Preti casti e teneri, non "zitelli”

    Nel corso della sua ultima tappa del 29esimo viaggio apostolico, Francesco è in Macedonia dove ha omaggiato il memoriale di Santa Madre Teresa di Calcutta, originaria di Skopje. Nell'incontro ha parlato di ecumenismo e temi interreligiosi. Nella visita ai preti l'incontro con un sacerdote di rito bizantino sposato con figli. 

    • BORDATE DI MULLER SUL PROGETTO

    Riforma della curia, la vittima sarà la Dottrina della fede

    Il prefetto emerito della Cdf Muller stronca la bozza sulla riforma della Curia che svilisce la Dottrina della fede a vantaggio di un dicastero dell'Evangelizzazione i cui compiti non sono chiari. Il cardinale ha messo in guardia dal dare priorità ai compiti secolari della Chiesa perché non diventi una compagnia internazionale. E ha parlato di "stupidità teologica" per alcuni aspetti di riforma, contestando l'insegnamento della Fede menzionato come un compito tra i tanti.
    -IL VIAGGIO DEL PAPA: "PRETI CASTI, NON ZITELLI" di Nico Spuntoni

    • SINCRETISMO

    E Maria? Se ora maggio diventa il mese del Ramadan

    Frasi arabeggianti, citazioni del Corano, auguri nel nome di un Dio generico chiamato "clemente e misericordioso" e persino l'adozione del calendario islamico. Ci sono diocesi in cui esplode la moda degli auguri ai musulmani per il Ramadan. Messaggi di vescovi in una ambigua "comunione" che offusca la salvezza di Gesù e abbraccia preghiere relativistiche e sincretiche. Mandando in soffitta le esortazioni al Rosario e a Maria, la sola cui il mese di maggio è dedicato.
    -INVITI E RISCHIO FONDAMENTALISMO di Souad Sbai

    • VIAGGIO APOSTOLICO

    Papa in Bulgaria: ispirarsi a S. Francesco, costruttore di pace

    La Messa a Rakovski, città a maggioranza cattolica, con la comunione impartita a oltre duecento bambini. L'incontro con gli ospiti del campo profughi di Vrazhdebna: “una croce dell’umanità". Infine l'incontro per la pace a Sofia, con esponenti cattolici, ortodossi, ebrei e musulmani e l'invito a ispirarsi a Francesco d'Assisi, "costruttore della pace" in una Bulgaria che ha una tradizione nella diversità.

    • IN BULGARIA

    Ecumenismo, migrazioni e denatalità, i temi del Papa

    Ecumenismo, migrazioni e denatalità. Questi i tre temi al centro dei primi discorsi del papa in terra bulgara. E nella messa celebrata nel pomeriggio ha messo in guardia dalla "tentazione della nostalgia del passato".

    • VIAGGIO

    Il Papa in Bulgaria e Macedonia del Nord

    Comincia oggi il 29esimo viaggio apostolico all'estero di questo pontificato. Papa Francesco visiterà prima la Bulgaria, poi la Repubblica della Macedonia del Nord. Un viaggio in nome del dialogo ecumenico con le chiese ortodosse locali, con uno sguardo, però, rivolto anche agli islamici.
    - BOSNIA, IL DISASTRO DIPLOMATICO DEL VATICANO, di Diego Udovicich

    • OGGI BEATA

    Conchita, la mistica a cui Gesù rivelò la nuova Pentecoste

    Nella Basilica di Nostra Signora di Guadalupe si terrà oggi la Messa per la beatificazione di Concepcion Cabrera, detta Conchita (1862-1937), madre di 9 figli, fondatrice delle «Opere della Croce» e autrice di 66 volumi manoscritti. Gesù le chiese di offrire i suoi dolori per la salvezza delle anime, in particolare per la santificazione dei sacerdoti, e le annunciò una nuova Pentecoste che «stupirà il mondo».

    • UN’OMELIA DI RATZINGER

    Se si spegne l’amore per Dio, si spegne l’amore per la vita

    «I più piccoli senza potere, i fratelli del Signore più vicini sono oggi i bambini non ancora nati e domani forse saranno anche gli anziani e gli ammalati che non partecipano più al processo di produzione». «Solo amando i fratelli passiamo dalla morte alla vita. E solo questo passaggio è la redenzione del mondo. I santi ci aiutano a vivere queste parole, ad amare non “a parole né con la lingua, ma coi fatti e nella verità”». Da un’omelia del 1987 dell’allora cardinale Ratzinger.

    • UNA PROPOSTA AI VESCOVI

    Il sacrilegio eucaristico di Trieste si poteva evitare

    Nella chiesa triestina di San Giovanni Decollato, durante la Messa di Pasqua, un uomo ha profanato l’Eucaristia, portandosela in giro, bestemmiando e riprendendo tutto con il cellulare. Il fatto insegna che bisogna ritrovare il coraggio di non dare la Comunione a chi non è ben disposto a riceverla e prendere alcune semplici misure, prima tra tutte la distribuzione in bocca, che limiterebbe di molto le profanazioni.