• MATURITA'

    Temi prevedibili, per testare i valori non le conoscenze

    Pronostico azzeccato: i temi dell'esame di Maturità del 2018 riguardano antisemitismo e discriminazione, masse e propaganda, la cooperazione internazionale di De Gasperi e Moro. Si distingue solo il tema sulla solitudine nella letteratura. Gli altri sono tutti temi per testare i valori degli studenti, più che verificare la loro cultura.

    • IN MEMORIAM

    Faith Whittlesey, ricordo di un'ambasciatrice della fede

    Faith Whittlesey, morta lo scorso 21 maggio all'età di 79 anni, ai tempi di Reagan era la figura di raccordo fra la Casa Bianca e il mondo del cristianesimo americano. Sua l'iniziativa, nel 1985, di far vedere ai membri del Congresso il documentario L'urlo silenzioso, per mostrare cosa fosse l'aborto.

    • IL LATINO SERVE A TUTTO/XII

    Lo scandaglio dell’abisso di male nella tragedia di Seneca

    Gli influssi della tragedia senecana non si limitano al fatto che essa fungerà da base per lo sviluppo del genere in tutta Europa nei secoli successivi. Seneca è un maestro nello scandaglio dell’animo umano, degli abissi di male cui l’uomo può giungere quando si lascia andare agli eccessi della passione, quando la ragione non guida più le azioni.

    • ANNI DI PIOMBO

    Le spine insanguinate del Sessantotto

    Il Sessantotto fu l'inizio degli anni di piombo, della peggior stagione terrorista vissuta dall'Italia. L'editore Ares ripropone in libreria tre volumi per non dimenticare: «Così uccidemmo il commissario Calabresi», di Leonardo Marino; La piccola tenda d’azzurro, di Arrigo Cavallina e L’eskimo in redazione di Michele Brambilla.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Donatello, un sant'Antonio di opere e poche parole

    Un giovane con l’abito francescano che tiene tra le mani un libro e un giglio. Così Donatello s’immaginò Sant’Antonio nell’altare maggiore della chiesa di Padova. E i suoi miracoli ispirati al suo celebre motto: "La predica è efficace, ha una sua eloquenza, quando parlano le opere. Cessino, ve ne prego, le parole, parlino le opere". Cosi avviene per il miracolo dell’asina o per il miracolo del neonato che parla. 

    • IL LIBRO

    Sette sfide per restare umani

    Restare umani – Sette sfide per non rimanere schiacciati dalla tecnica è un libro scritto a quattro mani dallo psicologo Marco Scicchitano e dal sociologo Giuliano Guzzo: uno strumento utile per approfondire il tempo presente.

    • IL LATINO SERVE A TUTTO/XI

    Radici latine di Machiavelli e del fine che giustifica i mezzi

    Notevole l'influsso che la commedia di Plauto (255 a. C. circa-184 a. C.) ha esercitato sulla Mandragola di Machiavelli, l'opera teatrale più importante del Cinquecento. E' lì che si afferma il principio del "fine che giustifica i mezzi", anche nella sfera privata e sentimentale. Alla radice della moderna schizofrenia morale.

    • GIOVANI E SANTI

    Giulia, la giovane Sposa che ha vinto la morte con Gesù

    «Dobbiamo dire grazie al Signore, solo GRAZIE!». A pronunciare queste parole è una ragazzina di 14 anni sul letto d'agonia, dopo il calvario di un tumore che l'ha consumata nel giro di due anni. Eppure è stato chiaro a tutti: Giulia Gabrieli ha vinto. E' salità al Cielo di corsa, a piedi nudi e con un sorriso luminoso. Perchè quel «Dio Amore» che l'aveva scelta come Sposa già in terra, le ha regalato il Paradiso per l'eternità.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Adamo ed Eva, l'inizio della storia della redenzione

    Adamo ed Eva sono i protagonisti dei rilievi del portale della Chiesa di San Petronio a Bologna, che hanno come tema generale la redenzione. Un capolavoro di Jacopo della Quercia che in Adamo ed Eva racconta la lotta tra il bene e il male che risale alle origini.

    • IL LATINO SERVE A TUTTO/X

    La memoria della tradizione latina accende la poesia

    L’idea contemporanea di arte risente fortemente della convinzione che l’originalità sia la cifra caratteristica dell’opera artistica e che coincida nell’inventare ex novo tutta la scrittura. Quanto lontano è questo pensiero dal metodo di lavoro proprio della maggior parte degli artisti, almeno fino alla fine del Settecento! Fino ad allora, infatti, l’arte ha sempre vissuto nel rapporto dialettico della contemporaneità con le opere del passato, in una relazione, cioè, di innovazione costante all’interno, però, della tradizione.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Rembrandt e quella luce di Gesù che illumina Simeone

    Il Cantico di Simeone è considerato l'ultimo lavoro di Rembrandt. La Presentazione di Gesù nel Tempio è un suo lavoro ancora giovanile. Entrambi ritraggono l’istante in cui Simeone, che sa di essere vicino alla morte ma che continua a sperare di conoscere Cristo, sa di avere fra le braccia il tanto atteso Messia. Che lo illumina di luce divina.

    • IL LATINO SERVE A TUTTO/IX

    La letteratura latina vive ancora nella Commedia

    Sulla presenza di tanti autori latini all’interno della Commedia nessuno ha mai dubitato. Nessuno, però, avrebbe potuto sospettare neanche minimamente quale fosse il numero dei richiami alle grande opere latine. Solo nell’epoca contemporanea attraverso le tecnologie informatiche è stato possibile attuare lavori altrimenti irrealizzabili dalle menti umane. La creazione di sofisticati programmi ha oggi permesso di confrontare i differenti commentari al testo dantesco.