• CONTROVENTO

Quante famiglie ad Avvenire

Nuove iniziative in casa Avvenire. Il supplemento mensile Noi – Genitori e figli cambia veste e anche nome: sarà Noi – famiglia e vita. Peccato che a scorrere l'articolo di presentazione ci si accorge che anche il concetto di famiglia è cambiato...

Nuove iniziative in casa Avvenire. Il supplemento mensile Noi – Genitori e figli cambia veste e anche nome: sarà Noi – famiglia e vita, per rendere più chiaro – si spiega nella presentazione – un concetto oggi facilmente strumentalizzabile. Non basta più dunque dire «genitori e figli», ma bisogna chiarire il contesto in cui questo è legittimo. Ed ecco dunque il passaggio chiarificatore: «La vita può nascere – in senso biologico, personale e spirituale – solo in una famiglia formata da una donna e da un uomo, meglio se uniti in matrimonio, meglio ancora se quell’unione matrimoniale rientra in un progetto di fede fondato sui valori del Vangelo». 

Dunque la famiglia – per Avvenire – comincia già dalla convivenza. E meno male che si voleva prendere le distanze dall’ideologia dominante. Ma allora non era più giusto chiamare il mensile Noi – famiglie e vita?