• Sport

Primo atleta trans italiano nei giochi paraolimpici

Nato come Fabrizio Petrillo ora gareggia come Valentina Petrillo nelle competizioni femminili dei campionati paraolimpici nella categoria degli atleti ipovedenti. E’ il primo atleta trans italiano che compete a questi livelli.

Quando all’anagrafe era ancora maschio vinse 11 medaglie. Da poco ha iniziato i trattamenti ormonali: quindi, come corridore, il vantaggio di essere un uomo in competizioni femminili è enorme.

Ha dichiarato: «Non sono una persona né sleale né scorretta inseguo un sogno e la felicità. Mi sento donna a prescindere da quello che ho tra le gambe». Purtroppo al di là delle intenzioni il fisico di Fabrizio lo avvantaggerà moltissimo, discriminando così le atlete con cui gareggerà.