Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Roberto di Molesme a cura di Ermes Dovico
Cristiani Perseguitati
a cura di Anna Bono
Battesimi

Oltre 1.700 nuovi cristiani in Malesia

I catecumeni di tre diocesi durante la veglia pasquale riceveranno i sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’Eucarestia

La Malesia è uno dei paesi in cui i cristiani sono più perseguitati. L’elenco 2024 di Open Doors lo colloca 49°, con un livello di persecuzione definito elevato. I cristiani sono poco più di tre milioni, circa il 9% della popolazione mentre i musulmani sono più del 60%. I cattolici sono 1,3 milioni. In base alla costituzione, la popolazione di etnia malese è musulmana. Quindi i malesi che si convertono al cristianesimo infrangono la legge e possono essere puniti secondo quanto prevede la legge coranica. Inoltre spesso subiscono discriminazioni e ostracismo da parte dei famigliari e dei membri della loro comunità. Tuttavia la comunità cattolica malese da alcuni anni registra un numero crescente di adulti che chiedono di essere battezzati e che iniziano il percorso di iniziazione alla religione cristiana organizzato e strutturato da diverse diocesi. Durante la veglia pasquale di quest’anno più di 1.700 i catecumeni riceveranno il battesimo. 547 catecumeni provenienti da diverse parrocchie si sono riuniti insieme ai catechisti, ai padrini, ai loro parroci e a numerosi fedeli nella chiesa della Sacra Famiglia, nell'Arcidiocesi  di Kuala Lumpur, per il Rito dell'elezione. Nell’arcidiocesi di Kota Kinabalu al Rito dell’elezione hanno partecipato 941 catecumeni da 20 chiese. La diocesi di Melaka-Johor ne ha riuniti 240 nella chiesa dell’Immacolata Concezione. A tutti è stato ricordato che il battesimo che riceveranno durante la veglia pasquale è una scelta di vita che li impegna in un paese in cui essere cristiani può essere difficile e che quindi devono ricorrere alla preghiera, alla lettura e alla riflessione sulla Parola di Dio, “aggrappandosi a Gesù, appoggiandosi a Lui, lasciandosi rafforzare dal Lui”.