• Infanzia

Moira, abusata dal padre gay e dalla madre lesbica

Moira Greyland, figlia della famosa scrittrice di fantascienza Marion Zimmer Bradley e di Walter Breen, studioso rinomato nel campo della numismatica, descrive nel libro autobiografico “The Last Closet: The Dark Side of Avalon” gli abusi sessuali e psicologici che lei e i suoi fratelli, sin dall’età di tre anni, hanno dovuto subire dai propri genitori, entrambi omosessuali.

Il padre era un membro della “North American Man-Boy Love Association“ e considerava le sue pulsioni pedofile come naturali conseguenze della sua condizione omosessuale. Padre e madre poi sono stati autori del libro  “The International Journal of Greek Love”, una sorta di diario sulla pederastia.

All’obiezione che l’omosessualità dei genitori non fosse la causa delle violenze subite, Moira così ha risposto: Ho sentito tutte le solite proteste: 'I tuoi genitori erano malvagi perché erano malvagi, non perché erano gay': non sono d’accordo. Il problema di fondo è un problema filosofico, ideologico, basato su convinzioni comuni alla cultura gay e che in una società ipersessualizzata si vanno diffondendo anche oltre il mondo LGBT: tutto ciò che riguarda il sesso è lecito, non importa cosa sia. Tutti i figli cresciuti con genitori gay con cui ho parlato hanno certe cose in comune”.

 Il padre finì arrestato per aver violentato un ragazzo e morì in galera.

https://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/figli-abusati-moira-il-padre-gay-e-la-madre-lesbica/