• Iniziative arcobaleno

Milano, panchine anti-omofobia

Il Municipio 8 insieme alle associazioni LGBT+ del Coordinamento Arcobaleno ha realizzato una iniziativa che ha coinvolto anche la cittadinanza: dipingere 10 panchine con i colori dell’arcobaleno.

Giulia Pelucchi, assessore e vicepresidente del Municipio 8 ha dichiarato: «Dopo questi mesi difficili, siamo orgogliosi di essere riusciti a portare a termine il progetto a favore dei diritti di tutti. Abbiamo colorato quasi ogni arredo con l’aiuto dei cittadini e delle associazioni del Coordinamento Arcobaleno in una sinergia significativa, che ha coinvolto anche passanti e famiglie entusiaste, nonostante alcune difficoltà nel collegare i colori dell’arcobaleno alla questione dei diritti». I cittadini infatti non capivano perché le panchine erano del colore dell’arcobaleno.

Edoardo Cavaleri, presidente del Coordinamento Arcobaleno, ha poi spiegato che «le panchine sono per lo più un simbolo. Essendo inserite in un contesto quotidiano come un parco possono essere d’impatto e suscitare una riflessione in chi le vede ma, per rendere più evidente la connessione con la comunità LGBT+, applicheremo delle piccole targhe esplicative».

Infine Michele Albiani, responsabile Diritti del Pd metropolitano: «Milano c’è e sta lavorando sempre più a favore dei diritti della comunità. Piccoli gesti come le panchine, insieme all’ordine del giorno del Comune a favore dell’approvazione della legge contro l’omotransfobia e la misoginia, ci fanno capire che stiamo andando nella giusta direzione, ovvero quella di una città e una società sempre più tollerante e inclusiva».

L’unica consolazione in merito a questa ennesima iniziativa di carattere ideologico sta nel fatto che pochi o tanti cittadini, non sappiamo, non associano ancora il colore arcobaleno alla battaglia per le rivendicazioni LGBT.