a cura di Anna Bono
  • Asia

Inaugurata in Malesia la prima cappella cristiana in un ospedale

In Malesia la religione di stato è l’Islam, praticato quasi dal 64 per cento della popolazione. I cristiani sono circa tre milioni, poco meno del 10 per cento, molti dei quali vivono negli stati di Sabah e Sarawak. In quest’ultimo stato all’inizio di marzo è stata inaugurata la prima cappella situata all’interno di un ospedale in tutto il paese. È la cappella del Sacro Cuore del Sarawak Hearth Center di Kota Samarahan la cui progettazione e costruzione è stata affidata dal direttore della struttura sanitaria, Mohd Asri bin Riffin, alla Chiesa cattolica. L’idea della cappella, che è stata ultimata lo scorso dicembre, è nata nel 2019 per consentire al personale sanitario e ai pazienti cristiani di partecipare alla messa della domenica. In precedenza infatti nell’ospedale si celebrava la messa solo una volta al mese in locali temporaneamente adibiti al culto. È inteso che, per quanto la cappella sia affidata alla Chiesa cattolica, ne possano usufruire tutte le denominazioni cristiane. Alla inaugurazione hanno partecipato gli amministratori dell’ospedale e alti funzionari civili locali. Monsignor Simon Poh, arcivescovo della capitale del Sarawak, Kuching, ha acceso per la prima volta le luci della cappella pronunciando il versetto biblico della Genesi: “Sia la luce”. Ha quindi celebrato la prima messa. Durante l’omelia monsignor Poh ha espresso la grande gioia sua e dei cristiani malesi, ha detto che la cappella è una benedizione di Dio e che sarà un luogo di scambio e armonia tra comunità religiose e culture: “sperò – ha dichiarato – che l’apertura della cappella del Sacro Cuore sarà un modello per il resto della Malesia”.