Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Natività di san Giovanni Battista a cura di Ermes Dovico
schegge

Il giogo

Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi. (Mt 11,28-29)

Schegge di vangelo 12_12_2012


“Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi.” (Mt 11,28-29)

Il discorso di Gesù diventa sempre più affascinante. Il Vangelo ci dice che per essere rincorsi e abbracciati dal Signore Gesù non occorre nemmeno essere grandi peccatori. Gesù chiama a sé la gente stanca, affaticata dalla vita, avvilita e delusa. Coloro che sono oppressi dal giogo della vita dovranno prendersi addosso anche il giogo di Gesù. Strano a dirsi ma, appaiati a Lui, anche il nostro giogo diventa leggero. Gesù non ci sottrae alla fatica della vita, non ci aliena dai nostri pesi e responsabilità. Semplicemente si mette accanto a noi e ne porta il peso con noi. La prima salvezza è la compagnia di Dio all’uomo.