• IL VOTO

Fiducia al governo Letta

Il Senato ha confermato la fiducia al governo di Enrico Letta, con 235 sì, 70 no, 1 astenuto, 14 assenti. La fiducia è stata possibile grazie alla “svolta a U” di Berlusconi che, cogliendo tutti di sorpresa, ha dichiarato il suo sostegno all'esecutivo nel suo discorso delle intenzioni di voto.

Il Senato ha confermato la fiducia al governo di Enrico Letta, con 235 sì, 70 no, 1 astenuto, 14 assenti. La fiducia è stata possibile grazie alla “svolta a U” di Berlusconi che, cogliendo tutti di sorpresa, ha dichiarato il suo sostegno all'esecutivo nel suo discorso delle intenzioni di voto. Il Pdl ha prontamente svoltato, procedendo nella direzione indicata dal suo leader, ma nelle sue file ha votato no alla fiducia Vincenzo D'Anna. Non hanno, invece, risposto alla chiamata sei senatori: Sandro Bondi, Augusto Minzolini, Rocco Crimi, Manuela Repetti, Alessandra Mussolini e Francesco Nitto Palma. Ora il dibattito passa alla Camera, dove, però, il governo Letta gode di una maggioranza schiacciante. Il governo, dunque, non è caduto.