• SI PENSA AL POST SISMA

Come ricostruire? La politica litiga sui modelli

In Alto Lazio si litiga sul modello di ricostruzione da seguire. E' stato creato il Modello Emilia. Ma sotto il Po a 4 anni dal sisma è tutto fermo. Colpa di una burocrazia onnipotente e dei pochi soldi dello Stato che fa la cresta sui progetti di antisismicità. Al contrario, l'unico esempio positivo degli ultimi decenni è Friuli '76, modello dimenticato di ricostruzione esemplare in appena 10 anni. Merito di una strategia che fu anche filosofia di sussidiarietà.

Vasco Errani, candidato a diventare commissario per la ricostruzione

Nell'Alto Lazio si continua a scavare e si piangono i morti, ma intanto a tenere banco oltre alle polemiche sui funerali di Amatrice è il modello di ricostruzione da seguire. Friuli, L'Aquila o Emilia? 

Per spingere la nomina di Errani a supercommissario in Lazio e Marche è stato creato il Modello Emilia. Ma è un'invezione mediatica. Sotto il Po a 4 anni dal sisma che ha distrutto la Bassa è ancora tutto fermo. Colpa di una burocrazia onnipotente e dei pochi soldi dello Stato che fa la cresta sui progetti di antisismicità.

- BUROCRAZIA E POCHI SOLDI: IL MODELLO EMILIA E' AL PALO 

Friuli '76, un modello dimenticato di ricostruzione esemplare in appena 10 anni. Merito di una strategia che fu anche filosofia di sussidiarietà: roulotte al posto di new town, famiglie a fianco delle loro case e sindaci responsabili dei progetti. In poche parole: Zero centralismo e lo Stato a fare la sua parte.

-DALLE TENDE AI MATTONI, SENZA CENTRALISMO: IL MIRACOLO FRIULI 

Dona Ora