• IL SEGNO

    Alfie è il volto della fede incarnata

    Alfie chiede a tutti noi di uscire da noi stessi e di domandare la Grazia di una fede che sia incarnata. La fede in Gesù Cristo. E noi desideriamo dire di sì.

    • PRO VITA ONLUS

    Esporre la vita pre-natale non è violenza. E' realtà

    Roma, ProVita Onlus espone un enorme manifesto che ritrae un feto di 11 settimane. E' un modo per far capire a tutti che, ognuno di noi, a 11 settimane, è già una persona e che se siamo vivi è perché nostra madre non ha abortito. Ma le associazioni femministe, indignate, chiedono la rimozione del poster "violento". 

    • EUTANASIA

    Suicidio, lo Stato si mette di traverso al teorema Cappato

    A margine del processo Cappato/Dj Fabo il governo si è costituito presso la Consulta a difesa del reato di istigazione e aiuto al suicidio. Anche il Centro Studi Livatino ha depositato un atto di intervento “per chiedere che la questione sia dichiarata inammissibile”. Attualmente la legge sulle Dat contempla come metodiche eutanasiche solo il rifiuto e la sospensione di terapie salvavita. Ma non l’aiuto al suicidio. Eliminarlo tra i reati allargherebbe la platea dei candidati. 

    • SUICIDI ASSISTITI

    Un giudice a Pavia blocca l'eutanasia (non in tutti i casi)

    Il paziente X si trova in stato vegetativo e non ha mai potuto esprimere la sua volontà in un testamento biologico, perché non è in grado di intendere e di volere. Per il giudice tutelare di Pavia, Michela Fenucci, l'amministratore di sostegno del paziente non ha facoltà di staccare la spina. L'eutanasia è illecita ... a meno che la volontà del paziente non sia espressa.  

    • PASQUA 2018

    Appello ai sacerdoti per Alfie

    Dopo il sacrificio di Cristo, di Charlie e di Isaiah, in questa Pasqua, chiediamo a tutti i sacerdoti di ricordare Alfie e di far pregare affinché ci sia dato un segno di Resurrezione e di vittora già ora: la salvezza della vita di Alfie.

    • EUTANASIA DI STATO

    Alfie: respirò da solo e i testimoni furono silenziati

    Dopo il rifiuto della Corte di appello di accogliere il suo ricorso, il papà di Alfie Evans, il bambino inglese di quasi 2 anni, ricoverato da 15 mesi, ha svelato altri particolari sulla condizione del figlio e sulle menzogne dell’Alder Hey Hospital di Liverpool, già trovato colpevole di negligenza in alcuni casi passati da noi riportati.

    • LA "MARCHA" IN ARGENTINA

    Aborto, il No di Chiesa e popolo strozzato dalle elites

    In Argentina l'imponente marcha por la vida dimostra che l'approvazione di una legge che legalizzi l'aborto non è voluta dal popolo. Ma le elite di Palazzo non lo ascoltano e si affidano ai sondaggi. Per far passare la legge che depenalizza l’aborto, si contrappongono non dimostrate aperture di Papa Francesco all'impegno di vescovi coraggiosi. Come Hector Aguer, cacciato da un confronto pubblico perché la Chiesa deve stare fuori dal dibattito. 

    • IN OCCIDENTE

    I cattolici sono discriminati, non solo a causa del mondo

    "Clerico-fascisti", "omofobi" e "islamofobi". Così vengono bollati oggi coloro che professano apertamente il loro credo e la fedeltà al Magistero della Chiesa. Un'indagine del governo scozzese dimostra che la popolazione cattolica è la più discriminata. Ma un episodio dimostra che la colpa è anche dei credenti.

    • EX ABORTISTA

    «Ho ucciso più uomini dei nazisti, la fede mi salvò»

    Mentre un giudice blocca la norma che riduce la possibilità di abortire in Mississippi in nome del "diritto di scelta della donna", la dottoressa Kathi Aultman svela la menzogna teorica che ha portato all’omicidio di oltre 60 milioni di bambini solo negli Stati Uniti.

    • L'ULTIMA SENTENZA

    La Corte dice no, per Alfie il calvario di Charlie

    La Corte Suprema del Regno Unito ha respinto la richiesta dei genitori di Alfie Evans di rivedere il caso. Stucchevoli e ipocrite parole di circostanza sulla "profonda compassione" di un caso che "non è di importanza pubblica". L'ultima parola potrebbe spettare, come per Charlie, alla Cedu.

    • SE L'EUTANASIA È LEGALE

    «Mi offrono "morte assistita" ma non l'assistenza a vivere»

    Foley, canadese affetto da patologia neurodegenerativa, ha denunciato il sistema sanitario che gli ha offerto come soluzione l’eutanasia: quando Foley ha rifiutato le cose si sono complicate, dimostrando che se la morte diventa diritto chi soffre si trova non solo a dover combattere la malattia ma anche un sistema che non riconosce più il valore assoluto di ogni vita.

    • ALFIE EVANS

    Bishop Paglia offends the parents of sick children

    I am the mother of Mele, Emanuele Campostrini, a 9 year old boy suffering from a severe disability due to mitochondrial disease and mitochondrial DNA depletion. I am indignant after reading the statement of the Vatican Academy for Life president on Alflie Evans ruling.