• SILENZIO COLPEVOLE

    "Fate l'amore, abbattete i muri". Lo spot che evoca la pedofilia

    Una campagna della Diesel evoca anche l'amore fra uomo e bambino. Dopo l'accettazione della sodomia il passo verso la pedofilia è breve. Non a caso gli abusi e la pornografia minorile aumentano: 1,7 milioni di foto pedopornografiche sono state denunciate nei primi 4 mesi del 2017 dall'associazione Meter, quasi il 300% in più rispetto all'anno precedente. Bisognerebbe riflettere sulle conseguenze devastanti della "tolleranza".

     

    -L'ERRORE DI SELEN E LA DIPENDENZA: USCIRE DAL PORNO di Andrea Zambrano

    • IL FESTIVAL PER BAMBINI A BOLOGNA

    Uscire da guscio, entrare nel porno e nella prostituzione

    Scoppia la polemica politica sul corso rivolto ai bambini 6-10 anni. E nel Bolognese c'è tra i relatori anche l'autrice di un libro che difende la scelta della prostituzione. Niente male per un progetto che dovrebbe educare i minori al rispetto delle diversità...

    • IL SUCCESSO DELLA "STRANA COPPIA"

    Amato-Povia: uno show contro il pensiero unico

    Invertiamo la rotta. Contro la dittatura del pensiero unico è l'originale spettacolo-informativo della "strana coppia" Giuseppe Povia-Gianfranco Amato. Il primo canta, il secondo mette in guardia sui rischi del pensiero moderno in fatto di divorzio, aborto, fecondazione artificiale, eutanasia, gender, adozioni e nozze gay e dell’utero in affitto. Un successo. Che i media snobbano. 

    • VOTO IN REGIONE CAMPANIA

    Omofobia, arriva la Scalfarotto alla vesuviana

    Dopo l'Umbra, tocca alla Regione Campania approvare una legge contro il cyberbullismo, che maschera molti provvedimenti per affermare le teorie di genere e l'omosessualismo nelle scuole e nelle Asl. Soldi a palate per Arcigay e un osservatorio per intimidire chi si oppone. Sotto al Vesuvio la libertà è limitata. 

    • IDEOLOGIA LGBT

    Dove osano gli Lgbt: festival per l'infanzia, si parla di "inclusione" e si arriva al porno

    Cosa c'è dietro al linguaggio della tolleranza politicamente corretta? Vedi il festival "Uscire dal Guscio" della letteratura per l'infanzia, dal 4 al 6 maggio in tre Comuni della provincia bolognese. Cliccando sui link dei siti partner della kermesse si scoprono vignette e portali "hard", che smascherano il mondo adulto legato alla battaglia Lgbt. Il tutto nel silenzio e l'inerzia buonista.

    • RIEDUCAZIONE DI REGIME

    "Educare ai valori Lgbt fin dai 2 anni", dice la maestra

    Con la scusa della diffusione del porno l'Associazione degli insengnati inglesi vota una mozione per l'insegnamento del gender e della sessualità fin dall'asilo nido. Il governo ha già aperto le braccia alla lobby, ma ora gli si chiede un passo in avanti.

    • SOCIAL NETWORK

    Suicidarsi in diretta, la morte dilaga in Rete

    Non solo la confessione e l'omicidio online del serial killer Steve Stephens, ma anche tanti suicidi ripresi con la propria videocamera e postati online in diretta sui social network. Il trend della morte nel Web è inquietante, fa pubblico e crea un effetto imitativo. Anche se non è una novità dei social network. 

    • LETTERA

    Nonni, una responsabilità educativa controcorrente

    Il Cardinale di Milano, Angelo Scola, è intervenuto all'incontro dell'associazione Nonni 2.0. Nel suo discorso ha indicato con chiarezza quali siano le funzioni educative principali dei nonni. Ne ha indicate tre: educare al "bell'amore", all'accettazione del dolore e alla serietà nel lavoro. Concetti ormai controcorrente.

    • IL CASO

    Omofobi! Chiude il giornalino del liceo

    A Bergamo il giornalino scritto dagli studenti viene chiuso dopo le polemiche con Arcigay. I redattori avevano ospitato interventi contro la cultura omosessualista e la dittatura gender. Ma nonostante le scuse il preside dell'Istituto statale Secco Suardo ha optato per zittire tutti. 

    • GOVERNO CONSERVATORE

    Scuola in Polonia, riforma sensata. Nessuna tragedia

    Quotidiani italiani unanimamente schierati contro la riforma dell'istruzione in Polonia. Cosa c'è di così pericoloso, ancora? In realtà il governo conservatore di Beata Szydlo ha solo reintrodotto il modello scolastico precedente al 1999. E sulle altre riforme non c'era stato alcun clamore.

    • IL LIBRO DI GUZZO

    Smontare il gender? Basta vedere le scimmie...

    Nel libro di Giuliano Guzzo Cavalieri e Principesse una solida carrellata di prove che smontano uno per uno i cosiddetti stereotipi di genere e ideologie connesse. Con tanto di chimica e scienza a comprovare una differenza, quella tra maschio e femmina, che è riscontrabile anche nelle scimmie. Come? Provate a farle giocare con una bambola...

    • UMBRIA

    Gender, la gaycrazia siede in Consiglio regionale

    Via libera del Consiglio regionale alla legge sul contrasto all’omofobia che introduce l’insegnamento della teoria gender nelle scuole, esautora il primato educativo delle famiglie e istituisce un osservatorio regionale che assurgerà a supremo tribunale dell’inquisizione teso a sanzionare chi non si adegua al gender pensiero.