• IL DOSSIER DEL TIMONE

    Ragazzi, la vera contro-cultura è la Confessione

    "Confessarsi per un giovane è il vero atto contro culturale". Parola del penitenziere maggiore del Vaticano il cardinale Mauro Piacenza che ha collaborato con la rivista di apologetica il Timone per il numero di giugno nel dossier dedicato al sacramento più dimenticato. Le storie di Amirante e don Luca Ferrari (Giovani & Riconciliazione) e il contributo di Sicari e Gagliardi. 

    • LA SVOLTA/1

    Le novità su Medjugorje: un punto di non ritorno

    Non solo i media laici, ma anche quelli cattolici, prima pronti a «sparare» contro, ora che la ruota gira a favore della veridicità dell’evento fanno i prudenti. Ma il fatto che il Papa, a titolo personale poco convinto dell’evento, confermi come visitatore apostolico permanente Hoser, che si è sbilanciato mostrandosi più che aperto alle apparizioni, è un dato importantissimo.

    • IL LIBRO

    I matti di Grégoire e la fede che spezza le catene

    Conosciamo la storia di Grégoire Ahongbononun e quella dei suoi “matti” grazie al giornalista Casadei che in lui si è imbattuto molti anni or sono durante un viaggio in Africa, ne ha seguito le vicende e adesso gli ha dedicato un libro: “Grégoire. Quando la fede spezza le catene”, edito dalla casa editrice Emi.

    • AMBIGUO SINCRETISMO

    La Chiesa milanese rapita dal fascino del Ramadan

    Milano pullula di iniziative che aprono al Ramadan nelle parrocchie. E' la moda dell'Iftar, la cena rituale che rompe il digiuno. Alla Comasina col parroco c'è anche l'imam per "un'esperienza spirituale". E la diocesi organizza una cena all'Incoronata. Intanto a Torino il vescovo in moschea dice: "Mi sento a casa". Ha ancora senso l'evangelizzazione? 
    -QUANTI ATTENTATI DURANTE IL MESE SACRO di Stefano Magni

    • NAPOLI

    Coro da stadio in Chiesa. Un passo oltre le schitarrate

    Ha destato sorpresa la notizia (e il video) di quel parroco di Napoli che ha intonato un coro da stadio fra battiti di mani di chierici, ministranti e fedeli “piamente” riuniti in preghiera. Sorpresa poi fino a un certo punto, essendo la liturgia ormai abituata ai ritmi della musica leggera non c’era che da aspettare quelli da stadio

    • IL CARDINAL MULLER

    "Con l'ideologia gay a rischio il senso dell'esistenza umana"

    "Ciò che è in gioco è il senso originario dell’esistenza umana!". Le parole del cardinal Muller alla presentazione del libro di Mattson "Perchè non mi definisco gay" che smonta le tendenze omoeretiche e l'ideologia gay. "L’uomo che cede a inclinazioni disordinate può sviluppare un odio verso Dio e i suoi comandamenti che lo rivelano peccatore. Soltanto attraverso la grazia redentrice veniamo creati di nuovo". Per il prefetto emerito della Cdf, Mattson ha avuto "coraggio nell'opporsi all'Internazionale pansessista" perché "identificare se stesso come gay significa ridurre l’intera ricchezza dell’essere umano a mera attrazione sessuale". Poi l'affondo sull'omofobia: "Un termine provocatorio usato con l’intento di screditare a priori ogni alternativa all’ideologia dei movimenti gay o gender. E chi soffre di problemi di disorientamento sessuale, ma si rifiuta di abbracciare questo movimento, viene subito bollato come traditore".

    • IL RETTORE CHIEDE SCUSA

    In preghiera per Lula, nuovo scandalo in Brasile

    Ad Aprecida si ritrovano i supporter dell'ex presidente in carcere con l'accusa di corruzione. E il rettore del santuario durante le preghiere dei fedeli legge una orazione per la sua liberazione. I social esplodono accusando il vescovo di essere comunista. Che alla fine deve scusarsi. Ma il prelato che nel 2016 criticò l'ex presidente venne poi allontanato. 

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Trinità di Rublëv, a simbolo dell'unità con la Chiesa

    Andrej Rublëv realizzò questa icona nel 1442 per la canonizzazione di Sergio di Radonež, fondatore del monastero della Trinità di San Sergio. Il committente chiese al pittore di trasmettere l’idea dell’unità della Russia intorno alla sua Chiesa, obiettivo perseguito dal santo. Solo da una fede profondamente vissuta poteva scaturire un’immagine cosi potente.

    • OECONOMICAE ET PECUNIARIAE QUAESTIONES

    Dalla CDF, un documento solo ideologico sulla finanza

    Oeconomicae et Pecuniariae Quaestiones della Congregazione della Dottrina della Fede, è un documento che disquisisce sulle diseguaglianze economiche, sulla incapacità dei mercati a autoregolarsi e propone una tassa sulle transazioni. Un'idea irrealistica, proposta e già contestata nel 2011, che confonde cause con effetti.

    • IL CONCISTORO

    Nuovi cardinali, la squadra del Conclave è al completo

    Il prossimo 29 giugno Francesco creerà altri 14 cardinali di cui 11 elettori. Con questa infornata di porpore si supera anche il tetto dei 120 elettori fissato da Paolo VI: al 29 giugno saranno ben 125 i cardinali da conclave. Tra le new entry Sako, Becciu, Ladaria e molti dalle cosiddette periferie. 

    • pinerolo

    Fede fai da te fuori controllo: “Credo in quello che mi pare"

    Dopo il caso del sacerdote che si rifiutava di proclamare il Credo, a Pinerolo si dice una Professione di fede à la carte. Testi adattati alla bisogna e completa assenza di incarnazione, passione e morte, giudizio, perdono dei peccati. Possibile? Sì è la nuova frontiera della fede fai da te. Ma vescovo e parroco non sembrano particolarmente preoccupati. Tanto che al telefono con la Nuova BQ scaricano tutto sul prete responsabile della trovata. Che si rifiuta di spiegare, ma nel frattempo “gestisce” una chiesa trasformata in mercatino delle pulci. 

    • AZZERATI TUTTI I VERTICI

    Abusi, il mea culpa collettivo dei vescovi cileni

    Dimissioni in massa per i vescovi cileni. Nelle prossime settimane il Pontefice deciderà quali delle lettere di dimissioni verranno accettate, e quali respinte. Nel frattempo i media cileni rendono noto il documento riservato, di dieci cartelle, che il Papa ha consegnato ai vescovi all’inizio della sessione di incontri, e che offre un quadro molto severo e duro della situazione della Chiesa cilena.