• OVER THE RAINBOW

    Il caso curioso dell'inno gay (del compositore fascista)

    L’inno gay è di un compositore fascista. È la storia “da mondo alla rovescia” di Over the Rainbow, la canzone più famosa de Il mago di Oz cantata da Judy Garland e diventata icona gay. Ebbene, la canzone è copiata da un intermezzo poco noto di Mascagni. Che tutti hanno - ingiustamente - sempre definito un compositore fascista. 

    • LA SCOPERTA

    Il comandante dei cristeros? Era cattolico (da sempre)

    Il generale Enrique Gorostieta, interpretato da Andy García nel film Cristiada, fu un uomo diverso da quanto si è ritenuto. Non fu mai ateo o massone: la sua famiglia era molto cattolica e lui stesso era un fedele devoto. Lo mostrano le lettere conservate da una sua discendente, da cui si evince l’impegno di un uomo che invoca Gesù e Maria.

    • IL LATINO SERVE A TUTTI / LXV

    Come avvenne la conversione di sant’Agostino

    Dopo essere stato catturato dalle lusinghe del piacere e aver sperimentato la vacuità del manicheismo, Agostino finì a Milano grazie all’appoggio del pagano Simmaco che sperava così di riuscire a contrastare la fama del vescovo Ambrogio. Ma la Provvidenza aveva altri piani…

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Nel mosaico il mistero di Gesù, vero Pane di vita

    Tra gli splendidi mosaici della basilica ravennate di Sant’Apollinare Nuovo ce n’è uno che raffigura la moltiplicazione dei pani e dei pesci. La composizione si basa su una precisa simmetria il cui perno è la figura centrale di Cristo, nell’atto di consegnare i pani e i pesci ai discepoli che li distribuiranno alla folla. L’artista sceglie di rappresentare quattro pani nonostante il Vangelo ne citi cinque. Perché è Gesù il vero Pane di vita.

    • IL CONVEGNO

    La vita come vocazione, alla riscoperta di Elena Bono

    Tra i tanti casi letterari del Novecento, tra i tanti poeti e romanzieri dimenticati spicca la figura di Elena Bono. La Nuova BQ ha intervistato lo studioso Emanuele Giraldo. «Elena non va difesa, ma va servita. L'unico modo di riprenderla è leggerla». La sua letteratura irrimediabilmente accade. È lei stessa che prende per la mano il lettore e lo porta in discesa dentro il suo cuore, dove non si può scappare.

    • IL LATINO SERVE A TUTTI / LXIV

    Il «sugo della storia» dell’Asino d’oro

    Nel Metamorphoseon libri XI (“Le Metamorfosi”) di Apuleio è profonda la somiglianza tra le vicissitudini di Psiche e quelle di Lucio. In entrambe le vicende è la divinità che offre la possibilità della salvezza.

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    Trinità, la teologia in forma di affresco

    Per l'affresco della Trinità di Santa Maria Novella, Masaccio si avvalse della collaborazione di un teologo del convento. Affresco rivoluzionario, per iconografia e novità prospettica, al cui centro stanno il Padre Eterno, Gesù Cristo e lo Spirito Santo sotto forma di colomba, e nel quale è condensato il prezioso dogma della verità cristiana. 

    • IL LIBRO

    Polonia, un "luogo dell'anima" da conoscere

    La storia travagliata che l'ha fatta rinascere più volte, la solida radice cristiana, fanno della Polonia soprattutto un'identità: fortemente "europea" e saldamente radicata nella fede cristiana. Il libro di Roberto Marchesini "Per la libertà vostra e nostra - La Polonia raccontata agli italiani" è un viaggio affascinante in un paese troppo poco conosciuto.

    • IL LATINO SERVE A TUTTI / LXIII

    Amore e Psiche, ovvero: l'anima innamorata dell'eterno

    La celebre favola di Apuleio nasconde un profondo significato allegorico: come Lucio, anche Psiche è stata mossa da un’insana curiositas. Solo dopo un cammino difficile, costituito da prove che la portano alla purificazione, l’anima arriva a congiungersi con la divinità.

    • IL DRAMMA DI SHAKESPEARE

    Non esistono vite "futili". Ce lo dice anche il Re Lear

    Il Re Lear è una gemma attualissima, dalle mille sfaccettature. Parla di ingratitudine, tradimento e fedeltà, del dolore assurdo dell’innocente, di persecuzione e martirio, di inconsolabile disperazione. Quando tutto sembra buio, si scopre che Dio c'è e che si manifesta nella figlia buona di Lear e nel figlio buono del conte di Gloucester. A ricordarci che la vita è sempre un miracolo e sempre degna di essere vissuta.

    • L'ESPERIENZA

    L'integrazione? Passa per un click

    Una mostra fotografica a Milano testimonia un originale percorso di inclusione per gli immigrati, invitati a scoprire la città che li ospita attraverso la fotografia. Una iniziativa del progetto "Finestra d'amicizia" di Fondazione Monserrate

    • IL BELLO DELLA LITURGIA

    La cupola della Pentecoste, conferma della promessa di Gesù

    Tra le cinque cupole che caratterizzano la basilica veneziana di San Marco c'è quella detta "della Pentecoste". Lo Spirito Santo ci appare sotto forma di colomba, assisa su un trono regale, e i cui raggi si irradiano realizzando la promessa che Nostro Signore aveva fatto agli apostoli prima di ascendere al Cielo. Fondata su un "per sempre".