• VINCENT LAMBERT

    Ecco la prova che in Francia è in atto un omicidio di Stato

    Questo è il video di Vincent Lambert ieri sera, che piange sui suoi uccisori. La voce è quella della madre Viviane che cerca di confortare suo figlio: “Non piangere, la mamma è qui, papà è al tuo fianco! Piccolo mio, non piangere, noi non ti abbandoniamo!". Fate girare il più possibile questo video: è la prova che in Francia è in atto un assassinio legalizzato.

    - VINCENT SEDATO. GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE, di Luisella Scrosati
    TUTTE LE TAPPE DELLA VICENDA

    • L'ANALISI

    Eugenetica e tecnocrazia: è il futuro che vuole l'Europa

    Molte normative europee hanno legittimato l'eugenetica, anche infantile. Il pendio scivoloso prosegue con l'utilitarismo eutanasico di molti Stati del Vecchio Continente e prosegue con tassi di nuzialità crollati drasticamente e con l'omologazione delle norme su aborto (prima causa di morte nel continente) e matrimoni omosex. Il tutto secondo la legge del più forte sul più debole. Appunti bioetici in vista delle elezioni di domenica. 

    • GERMANIA

    La poligamia islamica esce dalla clandestinità

    In Germania la poligamia degli islamici è un fenomeno sempre più crescente pur nella clandestinità di uno Stato che sembra chiudere più di un occhio. Ma una legge sulla concessione della cittadinanza anche a chi ha più mogli nei paesi d'origine sta facendo emergere un problema incontrollato. 

    • L'INTERVISTA A KHALIL SAMIR

    Fuori Ramadan e imam dalle chiese: è propaganda islamica

    "Gli imam in chiesa fanno propaganda"; "Che errore gli auguri cattolici per il Ramadan". L'islamologo Samir Khalil Samir demolisce la "moda" cattomana delle diocesi: “Si cede al linguaggio musulmano perché non si sa più che cosa dire. Così gli islamici pretenderanno un primato”. La dichiarazione di Abu Dhabi? “Va letta in un contesto politico, non religioso; L'infinito è connaturato all'uomo, ma non posso dire che Dio abbia voluto le religioni. E' sbagliato far diventare quel documento la scusa di un dialogo falsato, che deve restare sul piano culturale".
    -UCCIDE LA FIGLIA CHE NON L'HA SVEGLIATO PER IL PASTO di Anna Bono
    -GERMANIA, POLIGAMIA ALLO SCOPERTO di Lorenza Formicola 

    • L’ANNIVERSARIO

    In ricordo di Calabresi, padre esemplare e vero cristiano

    Il 17 maggio di 47 anni fa veniva ucciso il commissario Luigi Calabresi, ingiustamente accusato della morte dell’anarchico Pinelli. Si era nel pieno degli anni di piombo e la campagna denigratoria contro di lui continuò anche post mortem. A maggior ragione va quindi riscoperta la luminosa figura di quest’uomo, che san Giovanni Paolo II definì “eroico difensore del bene comune”.

    • PRIMA COMUNIONE

    Il miracolo eucaristico della piccola beata

    Tanto ardeva del desiderio di ricevere Gesù Eucaristia che l'Ostia Santa scese dal Paradiso e volò sopra di lei comunicandola. Così, in un'estasi d'amore, Imelda si unì al suo Sposo per sempre. Possa la vita di questa bimba beata infiammare tutti i cuori d'amore per il Santissimo Sacramento e intercedere per i fanciulli della Prima Comunione, di cui è patrona.

    • FACEBOOK

    Giusto rimuovere le fake news, ma occhio alle censure

    Il colosso di Zuckerberg ha chiuso 23 pagine, alcune delle quali a favore di Lega o 5 Stelle e accusate di diffondere notizie false. Bene combattere le fake news, ma la Ong che ha fatto la segnalazione, Avaaz, non è imparziale bensì legata a un gruppo progressista finanziato da Soros. E il criterio deve valere anche per gli integralismi ambientalisti o pro gay.

    • LA LETTERA

    Negli alpini la bellezza dell’uomo comune

    La sfilata fatta domenica a Milano dagli alpini è stata una grande azione di popolo che il grande Chesterton avrebbe visto come il popolo dell’uomo comune, cioè dell’uomo sano, a cui piacciono le cose semplici della vita, dall’allegria alla solidarietà. È un popolo che i radical chic non comprendono ma che la gente comune, appunto, ama. E su cui Cristo può lavorare più facilmente.

    • L'OKKUPAZIONE VATICANA

    Di dottrina e di diritto: non è elemosina, è ingiustizia

    Il blitz del cardinale elemosiniere del Papa nel palazzo okkupato da abusivi apre gli interrogativi sugli illeciti legittimi per un bene superiore. Ma da qualunque punto la si guardi, la mossa di Krajevski non può ottenere nessuna giustificazione né attenuante. A cominciare dai criteri della Dottrina sociale della Chiesa per i quali quel gesto rappresenta un'ingiusitzia nei confronti di tutti
    CARITA' IRRAGIONEVOLE di Stefano Fontana
    Ma anche per il diritto l'okkupazione in porpora rappresenta una collaborazione ad un furto. È bene aiutare i poveri, ma mancano i requisiti per qualificare quel furto come moralmente lecito. E potrebbe sfociare in anarchia. 
    EMINENZA, COSI' E' ANARCHIA di Tommaso Scandroglio

    - FARE L'ELEMOSINA CON I SOLDI DEGLI ALTRI, di Riccardo Cascioli

    • IL CASO DELL'OKKUPAZIONE VATICANA

    L'elemosiniere sbaglia: così si rischia l'anarchia

    Anche dal punto di vista del diritto mancano i requisiti perché il gesto dell’elemosiniere del Papa possa qualificarsi come moralmente lecito: un pericolo che attenti a un bene essenziale e uno stato di miseria o di indigenza che sia incolpevole. È bene aiutare i poveri, ma rispettando le regole, che sono poste a tutela del povero che non ha nulla, ma anche del proprietario. In caso contrario sfoceremmo nell’anarchia. 

    • INTERVISTA AL MARIOLOGO

    Da Fatima a Medjugorje: "Occorre convertirsi ora"

    "L’anniversario di Fatima è ancora più importante oggi che nel 2017, quando è ricorso il suo centenario". E poi: "La profezia di Fatima non è ancora compiuta, ma i tempi sono maturi". Ancora: "Per comprendere le apparizioni ai pastorelli dobbiamo guardare a Medjugorje e al compiersi dei dieci segreti, che sono alle porte". Diego Manetti, mariologo di fama internazionale e autore del libro della Bussola "Perché appare la Madonna", ci aiuta a comprendere le profezie annunciate più di un secolo fa nella cittadina portoghese e come la Vergine Maria ci parli ancora oggi.
    -VIA LIBERA AI PELLEGRINAGGI DALLA GOSPA di Nico Spuntoni
    -
    THE CHURCH NEEDS THE "COMBAT ROSARY" di R. Marchesini

     

    • DOPO LE PAROLE DI SALVINI

    Dai negozi ai festival, è battaglia sulla cannabis

    Un paio di negozi di “cannabis light” chiusi nelle Marche, il Festival della canapa di Torino cancellato, lo scontro interno al governo gialloverde, con Salvini che annuncia una direttiva sui canapa-shop, i grillini propensi a minimizzare il pericolo e il premier Conte a eludere la questione. Che però va affrontata, come chiedono le comunità di recupero per tossicodipendenti.