• Referendum

Taiwan, referendum sulle "nozze" gay

Nel 2017 la Corte Costituzionale di Taiwan si era mostrata favorevole alla legalizzazione delle “nozze” gay: "La libertà per due persone dello stesso di contrarre un matrimonio, una volta riconosciuto, rappresenterà, insieme al matrimonio tra persone di sesso opposto, la base per una società stabile”, si leggeva nella sentenza.

Il governo così decise di indire un referendum che si è svolto ieri. A sostegno degli attivisti gay sono scese in campo aziende del calibro di Google, Microsoft e Ibm.

In attesa degli esiti definitivi è certo che se il popolo dirà “No” ai “matrimoni” omosex prima o poi tali “matrimoni” comunque verranno legalizzati se invece vincesse il “Sì” , indietro non si tornerà.

https://www.tpi.it/2018/11/24/taiwan-referendum-matrimonio-omosessuale-2018/