Il documento Verso una Strategia nazionale per combattere le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere a firma del Dipartimento delle pari opportunità e del suo ufficio UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) presenta un’infinità di lati oscuri e inquietanti. Il rischio è che il reato di omofobia possa diventare un pretesto per imbavagliare la libertà di parola e di polemica. Gli articoli della Nuova BQ.

    • EDITORIALE

    Sopraffazione gay, si è superato qualsiasi limite

    • 04-11-2013

    Dai casi di Torino al tutor gay per gli insegnanti della scuola primaria a Venezia, la dittatura arcobaleno sta prendendo il sopravvento, di pari passo con minacce e intimidazioni per chi vuole soltanto affermare il diritto naturale.

    • IDEOLOGIA

    Scuole come campi di rieducazione al gender

    • 04-11-2013

    A Torino, nelle scuole medie, vanno in scena spettacoli rieducativi. Propaganda ideologica, pagata coi soldi del contribuente. Mentre alle scuole private cattoliche si impedisce di parlare di omosessualità.

    • SCUOLA

    Non puoi più scegliere come formare i tuoi figli

    • 04-11-2013

    Le "Misure urgenti in materia di istruzione", approvate dalla Camera, includono direttive per insegnanti finalizzate "al rispetto delle diversità e delle pari opportunità di genere e al superamento degli stereotipi di genere".

    • FEMMINICIDIO

    Convenzione di Istanbul, donne e dubbi

    • 30-05-2013

    La violenza sulle donne va combattuta, ma l'impressione che il femminicidio sia un fenomeno in espansione è falsa. E il motivo della Convenzione di Istanbul, ratificata martedì dalla Camera, è soprattutto la promozione dell'identità di genere.

    • PARI OPPORTUNITA'

    La piovra gay all'assalto della scuola

    • 14-05-2013

    La "Strategia nazionale" contro l'omofobia presenta molti aspetti inquietanti tra cui la rivelazione che già opera una Pubblica Amministrazione "ombra" (chiamata Ready) dedita ad attuare la rivoluzione omosessualista a partire dagli enti locali. Ed è soprattutto la scuola nel mirino, con insegnanti e bambini che saranno "rieducati" alla cultura di genere.
    - Sdoganata la pedofilia, di R. Cascioli

    • LOBBY GAY

    L'ultimo regalo della Fornero: sdoganata la pedofilia

    • 11-05-2013

    L'ultimo atto della Fornero: aderire a un progetto sperimentale del Consiglio d'Europa contro le discriminazioni. Sarà proibito essere contrari al matrimonio gay; scuola e lavoro come campi di rieducazione; apertura alla pedofilia.