• Baby trans

Ospedale svedese: no ai bloccanti della pubertà

Il Karolinska University Hospital, un ospedale svedese, interrompe il protocollo sui ragazzi con problemi di «disforia di genere» usando i bloccanti della pubertà. Questa la loro dichiarazione in merito: «questi trattamenti sono potenzialmente irti di conseguenze avverse estese e irreversibili come malattie cardiovascolari, osteoporosi, infertilità, aumento del rischio di cancro e trombosi. Ciò rende difficile valutare il rischio / beneficio per il singolo paziente e ancora più difficile per i minori e i loro tutori essere informati riguardo a questi trattamenti».