• L'esercito dei gay

Due ufficiali gay si "sposano" a West Point

Il 13 gennaio scorso due capitani dell’esercito,  Daniel Hall e Vincent Franchino,  si sono uniti in “matrimonio” nella Cadet Chapel della United States Military Academy di West Point, ammantando quindi anche di un significato religioso la loro decisione. Alla funzione hanno partecipato circa 150 persone. E' la prima volta che due ufficiali, ancora in servizio, si uniscono in un "matrimonio" omosex. Il fatto di averlo poi fatto a West Point, rinomato per il suo rigore, accresce ancor di più il significato simbolico di questo gesto.

Fino al 2011 vigeva la legge “don’t tell, don’t ask” che impediva ai cadetti di rivelare il proprio orientamento sessuale per evitare dissapori all’interno dell’esercito. Caduto quel divieto i due ufficiali, entrambi elicotteristi, vennero allo scoperto.

Le lobby LGBT non mirano solo a convincere i più della bontà dell’omosessualità e della transessualità, ma vogliono creare costume e vogliono introdursi nelle principali istituzioni della vita civile e non: i governi, le ONG, le associazioni, le istituzioni religiose comprese la Chiesa cattolica e naturalmente gli eserciti.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/cade-lultimo-tab-dellesercito-usa-west-point-arrivano-nozze-1485416.html