• SCHEGGE DI VANGELO

Come non perdere la speranza

Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato (Mt 17,22)

English Español

In quel giorno, mentre si trovavano insieme in Galilea, Gesù disse loro: «Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno, ma il terzo giorno risorgerà». Ed essi furono molto rattristati. Quando furono giunti a Cafàrnao, quelli che riscuotevano la tassa per il tempio si avvicinarono a Pietro e gli dissero: «Il vostro maestro non paga la tassa?». Rispose: «Sì». Mentre entrava in casa, Gesù lo prevenne dicendo: «Che cosa ti pare, Simone? I re della terra da chi riscuotono le tasse e i tributi? Dai propri figli o dagli estranei?». Rispose: «Dagli estranei». E Gesù replicò: «Quindi i figli sono liberi. Ma, per evitare di scandalizzarli, va’ al mare, getta l’amo e prendi il primo pesce che viene su, aprigli la bocca e vi troverai una moneta d’argento. Prendila e consegnala loro per me e per te». (Mt 17,22-27)

 

Gesù parla della sua passione e i discepoli sono ancora una volta rattristati. Non pensavano che il Messia potesse affrontare sofferenza e morte, ma successo e gloria. A ben pensarci è la stessa reazione che abbiamo anche noi dinanzi alla nostra sofferenza o a quella di chi amiamo. Come possiamo non perdere la speranza? Basta non riporla negli uomini, ma nella risurrezione di Gesù. Solo questa ci garantisce che dopo ogni passione può esserci la risurrezione. Così sarà se ci affidiamo all'unico salvatore del Mondo: Gesù Cristo, il primogenito di tutti i risorti.

 

Dona Ora

English Español