• SCHEGGE DI VANGELO

Chi dice "pazzo"

Chi poi dice al fratello: “Stupido” ... “Pazzo”, sarà destinato al fuoco della Geènna.

(Mt 5, 20-26)

«Se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli. Avete inteso che fu detto agli antichi: “Non ucciderai”; chi avrà ucciso dovrà essere sottoposto al giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello dovrà essere sottoposto al giudizio. Chi poi dice al fratello: “Stupido” ... “Pazzo”, sarà destinato al fuoco della Geènna. Se dunque tu presenti la tua offerta all’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare, va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono....». (Mt 5, 20-26)

Durante la quaresima il cuore di Dio ci ripete spessissimo: misericordia voglio e non sacrifici. Ogni nostro tentativo di fare altri mortificazioni è vano se il nostro cuore nutre inimicizie verso il fratello, l'amico, il coniuge; se coviamo rancori, se le nostre parole sono come pietre pronte a seppellire con l’ingiuria, la maldicenza, l’umiliazione. L’unico dono veramente gradito a Dio è il perdono che ci regaliamo gli uni gli altri. Il camminare  venendoci incontro e  amandoci come Lui ci ha amati.

Dona Ora