• IL GIUDICE E IL KILLER DI MONOPOLI

    In nome del reato che non c'è più

    Il caso della pena al giovane assassino di Monopoli commutata in ore scolastiche. Per la magistratura nazionale post-sessantottina omicidi, rapine e stupri sono ormai derubricati a «reati minori», degni di ogni attenuante. Se invece il "reato" è ideologico...

    • PORTE CHIUSE A GIORNALISTI E INTELLETTUALI

    Giornalisti banditi: è l'editto soviet di Modena

    Il vescovo di Modena invita i parroci a non ospitare "giornalisti e intellettuali in dissenso verso la Chiesa ufficiale e soprattutto verso Papa Francesco". Ma chi stabilisce la portata di un dissenso, parola aliena alla cultura cattolica? E quali sono gli strumenti per "bollare" come nemico del Papa un cattolico impegnato? Il senso di un provvedimento che sa di politburo sovietico. Mentre le Bonino, le Boldrini e gli Enzo Bianchi che negano la Madonna possono pontificare nelle chiese.

    • TRACOTANZA OCCIDENTALE

    Il ribaltamento del bene col male

    Una bimba viene uccisa dall'affidatario gay perché "piangeva come satana", mentre i tribunali confermano la colpa di un giudice per cui "un bambino ha bisogno di una mamma e un papà". Com'è avvenuto un tale ribaltamento? Colpa dell'orgoglio luciferino messo a sistema.

    • FAVOLA GENDER A PAVIA

    L'arroganza dei "gaysdaran" alla conquista delle chiese

    L'arroganza Lgbt punta a occupare la Chiesa fisicamente. A Pavia nel corso di una kermesse per bambini una sigla di "gaysdaran" pretende di occupare il sagrato senza il consenso di parroco e vescovo. Il sacerdote deve intervenire per difendere il diritto-dovere a far rispettare il suolo sacro. 

    • ITALIA

    L'economia non ha bisogno di profeti di sventura

    Pensioni, povertà, disoccupazione: gli slogan interessati danno un'immagine dell'Italia sull'orlo del disastro, ma un attento esame dei dati statistici offre un quadro della situazione meno drammatico.

    • IL CASO AVE MARIA A MACERATA

    Il fastidio e la ragione

    La dittatura delle emozioni crea una società di soggetti fragili, chiamati ad assecondare costantemente le proprie reazioni emotive. E, dunque, pronti ad assoggettarsi a tutti quei poteri capaci di creare un ambiente “confortevole”, al riparo dalle emozioni negative. Di nuovo sul caso Ave Maria a Macerata

    • RIFORMA

    Lo Spirito di Lutero conquista Galantino

    A leggere che secondo il vescovo Galantino la Riforma fu “un evento dello Spirito Santo” viene subito da pensare che lo Spirito Santo allora si contraddice. Siccome questo non è possibile, non rimane che ritenere l’affermazione molto temeraria.

    • STRUMENTALIZZATE LE PAROLE DI UN VESCOVO

    Anche Rep inciampa sulla Polonia

    Continua l'offensiva della grande stampa italiana contro la preghiera polacca. Repubblica cita un'intervista del primate Polak sulle manifestazioni politiche anti immigrati accostandola al Rosario del 7 ottobre e senza citare le parole sull'immigrazione che non deve diventare una minaccia. E viene smentito dallo stesso settimanale che si scusa per la strumentalizzazione. 

    • DOTTRINA

    Latina, la doppia narrazione e la legittima difesa

    A Latina, un avvocato sventa un furto nella casa dei suoi genitori e uccide uno dei tre ladri. E la narrazione dei fatti, così come l'opinione pubblica, si divide. La magistratura lo indaga a piede libero per omicidio volontario. L'avvocato invoca a sua discolpa la legittima difesa. Cosa dice la Dottrina?

    • DOCENTE SOTTO ACCUSA

    Il coraggio di un'Ave Maria "inopportuna"

    Macerata: docente alla gogna per aver fatto recitare un'Ave Maria agli studenti in comunione con il popolo polacco. Critiche persino dal rettore mentre il vescovo la difende. Un gesto inopportuno secondo le regole del laicismo, certo. Proprio però come consiglia San Paolo. 

    • CONTINENTE NERO

    Somalia, come non si combatte il jihadismo

    La Somalia è in lutto. Sabato 14 ottobre il gruppo jihadista al Shabaab, legato ad al Qaida, ha messo a segno il più devastante attentato terroristico dalla sua costituzione. Eppure la Somalia è il paese africano in cui l'occidente è più impegnato in opere di aiuto e stabilizzazione.

    • IDEOLOGIA E SECESSIONE

    Catalogna, le false libertà che si incontrano

    I tre partiti catalani più accaniti nella pretesa dell'indipendenza dalla Spagna portano avanti più di ogni altro le rivoluzioni antropologiche su vita e famiglia. Il concetto di libertà che sta dietro la secessione è lo stesso totalitario dei falsi diritti.