• INTERVISTA A SEIFERT

    Europa, quale speranza? Solo con una rinascita religiosa

    "L'Europa è minacciata da un disastro di disperazione. Finché l'uomo pagherà quella che Madre Teresa ha definito la guerra più sanguinosa contro gli esseri umani più indifesi, l'Europa non può realizzare la speranza alla quale siamo legati. Il risveglio della vera Europa e della buona speranza richiede una rinascita religiosa. Mettere tutta la nostra speranza nell'ingegno umano e nel potere è illusorio, è una sorta di “maledetta speranza”. Intervista al filoso Josef Seifert alla vigilia del Congresso Internazionale della Società Europea di Filosofia di Varsavia. 

    • VERSO LA GIORNATA DELLA BUSSOLA

    Ritrovare la speranza, grazie agli incontri della Bussola

    Quella che segue è una testimonianza che mostra come sia possibile vivere la fedeltà nel matrimonio anche quando si verificano condizioni difficili, come l'abbandono da parte del coniuge. Ma è anche una testimonianza di come la Giornata della Bussola può essere uno strumento della Provvidenza. Tutto comincia infatti con la testimonianza alla Giornata della Bussola 2017 di Emanuele Scotti, presidente della Fraternità "Sposi per sempre".... 

    • LO STUDIO

    Cannabis, un tutorial sul web insegna a violare la legge

    Lo studio del dottor Serpelloni, tra gli ospiti della Giornata della Nuova BQ: quante false informazioni sulla cannabis light legale. Rapidamente e facilmente infatti può diventare “fuorilegge”: bastano quindici minuti, pochi strumenti di facile reperibilità, seguire il tutor sul web e il gioco è fatto. 

    • LETTERA APERTA

    «Cardinale Bassetti, non c'è un problema di razzismo»

    Anche di fronte agli immigrati, il nostro primo compito è di evangelizzare non di dare risposte politiche. Anche nell'analisi del fenomeno la Chiesa si dimostra subalterna alla cultura dominante e inconsapevole davanti ai problemi posti da un'immigrazione fuori controllo e dalla presenza massiccia di islamici. Ecco il testo integrale della lettera che venti laici hanno scritto al presidente della Conferenza Episcopale Italiana. Per aderire alla lettera inviare una mail a tiziano@tuseipietro.org.

    • L'INTERVISTA

    Incompreso perchè Santo. Ecco chi era davvero Paolo VI

    «Sull'Humanae vitae non fece mai un passo indietro e fu sostenuto e confortato dai santi di allora: Padre Pio e Giovanni Paolo II». E poi: «Agli assalti contro la liturgia rispose riaffermando con forza la dottrina e la fede integrale nell'Eucaristia». Ancora: «Nonostante tutte le insidie del Concilio Vaticano II, guidò costantemente la Chiesa verso una sola e unica meta: Gesù Cristo». Oggi la Chiesa proclama Santo Paolo VI, liberando questo Pontefice da oltre mezzo secolo di strumentalizzazioni. Il Papa del Concilio Vaticano II, fu un uomo semplicemente e follemente innamorato di Gesù Cristo. Padre Sicari, il più noto agiografo italiano, ci racconta Paolo VI.

    CHIESA, UN SOLO AMORE, UN SOLO ANNUNCIO: GESU' CRISTO!, di Paolo VI

    MIRACOLO DI PAOLO VI: MONITO PER I SINGOLI E PER LA CHIESA, di B. Frigerio

    • L'OCCIDENTE DEPRESSO

    Il ministero inglese anti suicidi e la felicità nigeriana

    Theresa May ha istituito un ministero per la prevenzione dei suicidi pensando che la causa sia la discriminazione. La stessa per cui si difende il diritto a fare, professare ed essere ciò che si vuole, indipendentemente dalla realtà dei fatti. Eppure sono tanti i segni che dicono che la felicità si trova nell'accettazione del limite, il più lampante è nella "povera" Nigeria che però, scrive il The Guardian, «trova speranza in Cristo».

    • IMMIGRAZIONE

    Sotto la bandiera dell'ONU i rimpatri funzionano

    Dall'inizio dell'anno l'Organizzazione Internazionale per le Migrazioni ha rimpatriato dalla Libia 12.500 persone, grazie ad accordi con i singoli paesi di origine. Intanto in Italia il blocco dei porti dà i suoi effetti: il flusso di immigrati illegali è crollato. Facendo i conti, in 5 anni, il business dell'accoglienza è costato allo Stato oltre 17 miliardi di euro, l'equivalente di una manovra per finanziare il reddito di cittadinanza e l'abrogazione della Legge Fornero.
    -LA LETTERA: SU RIACE POLEMICHE IDEOLOGICHE di Carlo Giovanardi

    • PACE

    Un Nobel a chi si è opposto allo stupro di guerra

    Il Premio Nobel per la Pace 2018 è stato assegnato a Denis Mukwege e a Nadia Murad. Entrambi sono stati scelti dal comitato norvegese  “per i loro sforzi per mettere fine all’uso della violenza sessuale come arma in guerre e conflitti armati”, in Congo il primo e nello Stato Islamico la seconda 

    • MADRID

    Nozze gay in ambasciata, in frantumi moratoria di governo

    Gravissimo che un ambasciatore conceda la sede diplomatica italiana a Madrid per un matrimonio gay tra spagnoli militanti, i creatori del "Mister gay". Ora il caso è sulla scrivania del ministro degli Esteri dopo un un'interpellanza di Quagliarello che chiede di ravvisare i profili di illegalità. Ma questo è niente se si pensa che con l'istituzione dell'ennesimo tavolo delle associazioni gay friendly, l'agenda Lgbt va avanti mentre la moratoria promessa dai patti di governo vale solo per i temi etici della Lega. 

    • 21 OTTOBRE

    GIORNATA DELLA BUSSOLA - PROGRAMMA

    La Giornata della Bussola dal titolo “Christi Sumus, non nostri”, si terrà domenica 21 ottobre presso il Centro Culturale Sportivo Asteria, Piazza Francesco Carrara, 17, 20141 Milano.

    • LA TROVATA

    Cannabis per cani e gatti, tanto per sdoganare un po'

    Quattro giovani napoletani fondano una start up per diffondere le "proprietà" del Thc su cani e gatti. Però il problema sta nel fatto che quest’olio, al pari di prodotti a base di THC o CBD, diffonde l’idea che la cannabis non faccia male e che quindi si possa anche fumarla. 

    • DISINFORMAZIONE

    Genocidio in Sudafrica: non esiste, ma tutti ne parlano

    Da quasi un anno si rincorrono insistentemente notizie e testimonianze su un "genocidio dei bianchi" in Sudafrica. Sono notizie talmente diffuse e credibili che ben tre governi (Australia, Russia e Usa) hanno promesso aiuto alle vittime. Ma non c'è alcun genocidio in corso in Sudafrica, si tratta di una fake news ben riuscita (e pericolosa)