• IL DOCUMENTO AI RAGGI X

    L'Italia farà da sola, il vertice segna la fine dell'Europa

    Il documento del vertice di Bruxelles spende 1.200 parole sui migranti, ma ne sarebbero bastate un decimo per sancire il flop della Ue. Un accordo pieno di "dovrebbe", dove si parla di gestione e non di contrasto all'immigrazione clandestina. E in cui emerge il più classico dell'ognun per sè. Il “successo” italiano però c’è ed è proporzionale alla liquefazione dell’Europa che non c’è. Avremo più fondi e supporto per respingere in Libia i migranti in arrivo e per espellere gli oltre 600 mila clandestini sbarcati negli ultimi anni. Ma toccherà al governo italiano farlo, senza illudersi su aiuti dei partner.

    • PRONTI I NUOVI BANDI SPRAR

    Addio business, pacchia finita per le coop dell'accoglienza

    Coop con fatturati monstre, onlus dell'accoglienza con utili da capogiro, controlli assenti. "Nei nuovi bandi Sprar addio ai 35 euro al giorno per richiedente asilo, ne basteranno 22. Mai più lucro sulle forniture dello Stato", spiega il Sottosegretario agli Interni Molteni, che illustra alla Nuova BQ il cambio di passo e promette guerra ad un sistema che a volte convive nel malaffare: "Via lo status di protezione umanitaria e più reati con cui revocare l'assistenza. Ma anche rendicontazione delle uscite, filtro sui Paesi non in guerra e accelerazione dell'iter di asilo".
    -L'ITALIA "SOCCORRE" LA LIBIA SUI CONFINI di Gianandrea Gaiani

    • IL PIANO

    Filtri di mare e di terra: l'Italia soccorre la Libia

    12 motovedette donate a Tripoli e rafforzamento delle caserme per il controllo del confine meridionale della Libia. Le due iniziative italiane per fermare il traffico dei clandestini. 

    • IL CASO

    Vaccini obbligatori, il "best interest" da abolire

    Dietro le dichiarazioni di Salvini sulle vaccinazioni non c'è - come è stato detto - la contrarietà alla prevenzione, ma un'opposizione ragionata al vaccino obbligatorio e coercitivo. Sul modello della Regione Veneto che lo ha tolto e nel frattempo non si sono diffuse epidemie. 

    • IMMIGRAZIONE E NAUFRAGI

    Zuppi smentisce, ma non convince

    Monsignor Zuppi ci scrive per smentire che nella veglia di preghiera per la Giornata del migrante abbia sostenuto che ci sono stati morti in mare a causa dei porti chiusi. Fa piacere che lo dica, ma rileggendo il testo del suo intervento è naturale che il lettore faccia proprio quell'equazione.

    • CANNABIS "LIGHT"

    La corsa all'"oro verde" che non rispetta la legge

    Quello cha salta agli occhi della cosiddetta cannabis light è che le offerte esistenti sul mercato sono caratterizzate da assenti informazioni sulle caratteristiche del prodotto, sui possibili danni ed effetti collaterali, ma soprattutto non viene evidenziato il reale uso che ne fanno i consumatori e cioè l’assunzione tramite combustione e inalazione del fumo derivante o l’ingestione.

    • GIOVANI E SANTI

    Cari giovani, il vero piacere è in Dio. E' Lui che cercate!

    Un bambino semplice, ma che da subito coltiva il seme dell'Amore in modo straordinario. Poi l'adolescenza, con l'arrivo della malattia: un cancro al cervello che durerà sei lunghi anni. Una Croce che Matteo Farina non solo accetta, ma che arriva a desiderare ed amare con tutto se stesso. Offre tutto per la conversione e la salvezza dei giovani, lasciando trasformare la sua vita in un capolavoro di pienezza. Sale al Cielo nel 2009, a 18 anni e da lì, oggi, continua la sua missione.

    • STOP AI NEGOZI

    "Può far male". Smascherate le bugie sulla cannabis light

    Mentre i negozi si fregano le mani per il business della cannabis light, arriva lo stop del Consiglio Superiore di Sanità che frena gli entusiasmi sul nuovo "eldorado". "Assenza di monitoraggio e rischi psicotropi a lungo termine". Da qui lo stop e i primi sequestri negli shop. Ma la decisione nasce dai dubbi dell'OMS che la scorsa settimana ha giudicato insufficienti gli studi sul cannabidiol, il principio attivo dell'easy joint. Intanto però l'Italia ha aperto i negozi spacciando per legale un uso ricreativo delle infiorescenze che nemmeno la legge consente. 

    • IL CASO

    Rom: perché il razzismo, stavolta, non c'entra

    Sul caso Rom si cita l'articolo 3 della Costituzione. Che però afferma anche che parità e uguaglianza si traducono nell'applicazione giusta della legge, nel riconoscimento degli stessi diritti, ma anche doveri. Infatti la stessa Onu esprimeva nel 2016 preoccupazione per “l'assenza di dati certi sulla composizione etnica e razziale della popolazione rom in Italia”. Ecco perché la proposta di Salvini, benché provocatoria, non è razzismo, ma buonsenso.

    • AMBIGUITA' DI UN SINDACO

    Sala, chi strumentalizza il Vangelo?

    Stop ai diesel, moschee per tutti, tavolate multietniche e lezioni al leghista Salvini. Tutte le ambiguità del sindaco di Milano, Beppe Sala. 

    • RAPPORTO ONU

    Migranti irregolari, un business da 7 miliardi di dollari

    Sono almeno 2,5 milioni le persone che nel mondo in un anno hanno usufruito dei "servizi" dei trafficanti di esseri umani, nella speranza - spesso un'illusione - di trovare condizioni di vita migliori. Un rapporto dell'Onu descrive le rotte principali, le attività dei contrabbandieri, i rischi per i migranti. E suggerisce: per tagliare il tarffico di clandestini si deve agire anzitutto sulla comunicazione, nei paesi d'origine.
    TANTI INTERESSI DIETRO LE ACCUSE DI INUMANITA'di Gianandrea Gaiani
    - PORTI CHIUSI SI', MA È COMUNQUE UNA TRAGEDIA, di Carlo Giovanardi

    • POLEMICHE

    Tanti interessi dietro le accuse di inumanità

    L'Italia continua ad accogliere migranti irregolari, anzi sono aumentati negli ultimi giorni. Lo stop riguarda solo le navi delle Ong, ma potrebbe essere l'inizio di una nuova linea europea, che manderebbe in crisi il fiorente business dell'accoglienza. E guarda caso le accuse arrivano da chi sui clandestini ci sta guadagnando.