• SCHEGGE DI VANGELO

Quelli che seminano non raccolgono

La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai (Mt 9, 37)

In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità. Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!». Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date». (Mt 9, 35-10,1.6-8)

Gesù, durante l’annuncio del vangelo, prova compassione di coloro che si trovano esposti, senza la Sua amorevole guida, alle avversità della vita, in particolare di quella spirituale. Per proseguire la predicazione e confermare nella fede quelli che si convertono, Gesù invia gli apostoli e chiede di pregare il Padre affinché mandi sempre nuovi operai nella messe per salvare le anime. Spesso quelli che seminano non sono coloro che raccolgono, per preservare dalla tentazione della vanagloria. Ricordiamo dunque che il perseguimento della missione affidata dal Signore a ognuno di noi è reso possibile dalla Grazia e non dalle nostre povere forze. A noi basta dire sì ogni giorno al progetto di Dio.