• L'EDITORIALE

Per Natale "regalate" La Bussola

Ai tanti lettori che già ci seguono, un ringraziamento da parte nostra. E l'idea per un "regalo" originale per i loro amici che solcano il mare del Web...



Cari amici, a due settimane dall’inizio della nostra avventura, a nome di tutti, redattori e collaboratori de La Bussola, volevo ringraziarvi per l’attenzione con cui ci seguite. Le visite uniche sono continuate, le pagine visitate rimangono centinaia di migliaia al giorno. E questo è sorprendente perché fino ad oggi nessun grande giornale ha parlato di noi, non ci sono state campagne pubblicitarie (che non possiamo permetterci), ma soltanto il tam tam sostenuto dal Timone e dai siti e blog amici.

Siamo una piccola scialuppa nel mare magnum del Web, abbiamo già incontrato scogli e qualche bufera – come la caduta del server all’indomani della prima uscita, a motivo delle tante vostre visite – altre ne incontreremo cammin facendo. Cerchiamo, fedeli alle intenzioni espresse fin dal primo giorno, di offrire spunti di riflessione interessanti, tentiamo di guardare con la prudenza e il realismo cattolico alle notizie quotidiane, e di proporne alcune che non raggiungono i grandi circuiti mediatici.

C’è molto lavoro ancora da fare per migliorare e per essere più adeguati alla sfida rappresentata dalla rete. Come avrete letto, il nostro direttore editoriale Vittorio Messori ha dedicato due dei suoi seguitissimi “apertivi” al tema del consumismo natalizio e della sobrietà. Io mi permetto di suggerirvi, per queste feste ormai imminenti, di fare un regalo ai vostri amici e conoscenti. Un regalo che non costa nulla, ma che per noi è prezioso e speriamo possa esserlo anche per chi lo riceve: “regalate” La Bussola.

Vi chiederete: ma se il nostro quotidiano online è gratuito, che regalo faccio? Potere regalarlo ai vostri amici e conoscenti che sapete essere “navigatori” in rete, segnalandolo, mandando loro il link per raggiungerci magari copiandolo nelle email di auguri di Natale. Potete suggerire loro di rilanciare il nostro sito attraverso i social network (vi ricordo anche la pagina su Facebook, www.facebook.com/labussolaquotidiana), potete chiedere a chi gestisce i siti Internet delle vostre parrocchie di aggiungere anche La Bussola.

Insomma, un “regalo” all’insegna della più totale sobrietà, che può contribuire ad aumentare ulteriormente il “traffico” sulle nostre pagine. Per coloro che, invece, seguendo il consiglio del nostro Messori, desiderano contribuire maggiormente al sostegno de La Bussola, sul nostro sito potete trovare la pagina dedicata, dove sono riportate tutte le indicazioni per contribuire concretamente a questa iniziativa.

Dona Ora