• SCHEGGE DI VANGELO

Non ci salviamo da soli

Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me? (Mt 3, 14)

In quel tempo, Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare. Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento». (Mt 3, 13-17)

San Giovanni Battista, a differenza di tanti suoi contemporanei non si fa influenzare negativamente dalla prossimità umana a Gesù nel suo caso rafforzata, oltretutto, da legami familiari. Prima ancora di procedere al battesimo san Giovanni mostra invece di ben sapere Chi ha davanti, giacché è consapevole che sarà Gesù a liberarci dai nostri peccati, affermando che è lui ad aver bisogno di essere battezzato da Gesù. San Giovanni Battista, da Gesù stesso riconosciuto come il più grande tra i nati da donna, ci insegna in questo episodio che nessun uomo può salvare se stesso per proprio merito. Non dimentichiamo mai che la Salvezza viene solo da Gesù Cristo e non da noi.