a cura di Nico Spuntoni
  • ABUSI

Nasce la task force sulla protezione dei minori

È passato un anno dall’incontro “La protezione dei minori nella Chiesa” (21-24 febbraio 2019) che Francesco volle sull’onda dello scandalo abusi scoppiato negli Stati Uniti all’origine della riduzione allo stato laicale del potentissimo cardinale Theodore McCarrick.

Come preannunciato a conclusione del meeting del 2019, vede oggi la luce una task force incaricata di aiutare le conferenze episcopali e gli istituti religiosi ad aggiornare le linee guida per ciò che riguarda la tutela dei minori.  Una sorta di coordinamento centrale per assistere i vescovi ad uniformare le regole anche in virtù dei nuovi provvedimenti entrati in vigore nel frattempo, come l’istruzione “Sulla riservatezza delle cause” emanata dal pontefice regnante con un rescritto del dicembre 2019.

Questo gruppo di lavoro, che durerà due anni, sarà sovrainteso da monsignor Edgar Peña Parra, l’attuale numero due della Segreteria di Stato. A supportarlo ci saranno poi i cardinali Oswald Gracias e Blase Joseph Cupich, che già ebbero un ruolo di rilievo nello svolgimento dell’incontro di febbraio 2019, oltre a monsignor Charles Scicluna e a padre Hans Zollner, i prelati più esperti sul delicato tema che nell’ultimo decennio ha messo in grave crisi la credibilità della Chiesa cattolica agli occhi dell’opinione pubblica.

La squadra di esperti in diritto canonico sarà coordinata da Andrew Azzopardi, maltese come Scicluna, che lo aveva ‘arruolato’ già nel 2014 per la nuova Commissione di salvaguardia della Curia maltese incaricata di esaminare i presunti casi di abusi sessuali commessi da chierici. Quello del team coordinato da Azzopardi - ma sotto il controllo di monsignor Peña Parra - sarà, quindi, un lavoro di supporto per l’aggiornamento delle linee guida da seguire in questi casi, ma non sostituirà il compito di prepararle che spetta esclusivamente alle conferenze episcopali.

Nella conferenza di presentazione della task force, padre Federico Lombardi, moderatore dell’incontro “La protezione dei minori nella Chiesa” andato in scena lo scorso anno in Vaticano, ha annunciato anche l’imminente uscita di un vademecum per orientare il lavoro dei vescovi in questo difficile campo d’azione. (Nico Spuntoni)