Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
San Federico di Utrecht a cura di Ermes Dovico
Borgo Pio
a cura di Stefano Chiappalone

nomina

L'ordinariato per gli ex anglicani avrà il suo primo vescovo

Sarà padre David Arthur Waller a prendere il posto di mons. Keith Newton. A differenza di quest'ultimo, essendo celibe potrà ricevere la consacrazione episcopale.

Borgo Pio 04_05_2024
Bishops Conference of England and Wales

Tappa decisiva per l'Ordinariato personale di Nostra Signora di Walsingham, fondato nel 2011 in seguito alla costituzione apostolica Anglicanorum Coetibus di Benedetto XVI per favorire il ritorno degli ex anglicani preservandone al contempo le peculiarità liturgiche e spirituali. Lunedi 29 aprile è stata resa nota la nomina di padre David Arthur Waller a «vescovo ordinario», dell'ordinariato medesimo, subentrando nella guida a mons. Keith Newton.

Anche il vescovo eletto Waller è un ex ministro anglicano, ma – a differenza del predecessore – essendo celibe, potrà ricevere la consacrazione episcopale e pertanto – benché non sia stata indicata alcuna sede titolare connessa all'episcopato – sarà il primo «vescovo ordinario», come specifica il bollettino della Santa Sede. Mons. Keith Newton, invece, essendo sposato, era stato ordinato presbitero ma non vescovo, pur avendo in quanto ordinario piena giurisdizione sull'ordinariato e potendo utilizzare le insegne episcopali (in maniera simile, per intenderci, a quanto avviene per un abate, che rimane "semplice" presbitero ma può usare mitria e pastorale).

Attualmente sono tre gli ordinariati eretti in seguito alla Anglicanorum Coetibus, intitolati rispettivamente a: Nostra Signora di Walsingham per Inghilterra e Galles; Cattedra di San Pietro per Stati Uniti e Canada; Nostra Signora della Croce del Sud per Australia e Giappone. E tutti e tre sono giunti alla "seconda generazione".