Schegge di vangelo a cura di don Stefano Bimbi
Sant’Etelberto a cura di Ermes Dovico
SCHEGGE DI VANGELO

La via dell’umiltà

Ma non poté restare nascosto (Mc 7,24)

Schegge di vangelo 08_02_2024 English Español

In quel tempo, Gesù andò nella regione di Tiro. Entrato in una casa, non voleva che alcuno lo sapesse, ma non poté restare nascosto. Una donna, la cui figlioletta era posseduta da uno spirito impuro, appena seppe di lui, andò e si gettò ai suoi piedi. Questa donna era di lingua greca e di origine siro-fenicia. Ella lo supplicava di scacciare il demonio da sua figlia. Ed egli le rispondeva: «Lascia prima che si sazino i figli, perché non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini». Ma lei gli replicò: «Signore, anche i cagnolini sotto la tavola mangiano le briciole dei figli». Allora le disse: «Per questa tua parola, va’: il demonio è uscito da tua figlia». Tornata a casa sua, trovò la bambina coricata sul letto e il demonio se n’era andato. (Mc 7,24-30)

Chi ha bisogno del Signore, prima o poi lo trova. Avremo poi il coraggio di rispondere nella maniera giusta, avremo il coraggio di dire la verità? Perché la nostra salvezza dipende anche da questo. Solo chi è veramente umile potrà rispondere degnamente al Signore. Per ora chiediamo a Lui umilmente di limitare i nostri danni, frutto della nostra superbia,  e chiediamo aiuto a Maria Santissima, che ci insegni sul suo esempio la via dell’umiltà.