• SCHEGGE DI VANGELO

Il vincolo parentale

Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre (Mc 3, 35)

In quel tempo, giunsero la madre di Gesù e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo. Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: «Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano». Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre». (Mc 3,31-35)

La vera conversione a cui ci chiama Gesù è quella che spinge ad adeguare la nostra mentalità, inquinata dalla tendenza al male, alla volontà divina da Lui annunciata e testimoniata. Il vincolo parentale non ha significato se non c’è la volontà di amare Dio anche prima di capire i Suoi progetti su di noi. Maria è diventata Sua madre perché, fidandosi, ha anteposto la Volontà di Dio a possibili perplessità umane credendo alle parole dell’arcangelo Gabriele. L'esempio di  Maria Santissima ci spinga a fidarci totalmente di Dio come hai fatto lei.