a cura di Stefano Chiappalone
  • GOVERNO

Francesco potrebbe incontrare la "pequeña rubia" Meloni

Diplomazia vaticana al lavoro per risolvere la crisi russo-ucraina, con un ruolo chiave per l'Italia e per il neo-presidente del Consiglio Giorgia Meloni. È lo scenario delineato da Luigi Bisignani su Il Tempo, evidenziando che il Papa sta rivalutando la diplomazia vaticana, «vero strumento di sopravvivenza della Chiesa nel mondo ma trascurata da lui per tanti anni».

Accanto alla Santa Sede l'operazione di pacificazione vedrebbe come protagonista anche l'Italia guidata dalla prima donna premier, «che Bergoglio avrebbe definito, in modo affettuoso, la “pequeña rubia” per dire piccola bionda e che per la sua verve nazionalista potrebbe ricordargli Evita Peron». Le due sponde del Tevere potrebbero avvicinarsi in vista di un lavoro comune per la pace.

Ci sarà, dunque, il faccia a faccia tra il pontefice e Giorgia Meloni? «I cerimoniali sono già al lavoro – scrive Bisignani – per preparare la sua prima visita ufficiale in Vaticano dopo che alcuni autorevoli cardinali, da Parolin a Zuppi da Sarah a Burke l’hanno già incontrata più volte privatamente, trasmettendo giudizi molto positivi».

SC